E' alle porte il nuovo mese di novembre 2014 e, tramite il sito ufficiale del Ministero Italiano è possibile individuare già quello che è il calendario degli scioperi che caratterizzeranno e creeranno problemi agli italiani durante il penultimo mese dell'anno. Ad oggi, 31 ottobre, le giornate di disagio sono solamente due: 3 e 14 novembre anche se, proprio in quest'ultima data, le sospensioni saranno particolarmente limitanti. Ecco nel dettaglio tutte le informazioni utili e gli orari di riferimento.

Pubblicità
Pubblicità

Come anticipato, si inizierà lunedì 3 novembre 2014 quando la Direzione del Servizio Sanitario incrocerà le braccia per le intere 24 ore della giornata ed aderirà alla sospensione indetta da NURSIND.

Scioperi novembre 2014: il 14 previste numerose sospensioni diffuse in molti settori

Venerdì 14 novembre 2014 gli scioperi toccheranno ed interesseranno numerosissimi settori tra cui quello dei trasporti pubblici, delle ferrovie, della scuola e del settore aereo.

Alitalia bloccherà i voli e causerà grandi disagi tra le ore 12.00 e le ore 16.00 mentre la compagnia low-cost EasyJet non assicurerà il servizio durante tutte le 24 ore della giornata. Per quanto riguarda le ferrovie si annunciano sciopero tra le ore 00.00 e le ore 21.00 anche se saranno come sempre garantite le fasce protette. Sempre nella giornata di venerdì 14 sono attese sospensioni dei servizi assicurati quotidianamente dal personale Anas, TPL ed ENAC.

Pubblicità

La Società Enav manifesterà invece tra le 13.00 e le 17.00. I sindacati COBAS ed USI hanno indetto nella stessa giornata una sospensione di 24 ore di tutto il personale del settore pubblico (scuola, trasporti, sanità) ma per conoscere nel dettaglio l'orario preciso bisognerà attendere le comunicazioni ufficiali delle singole aziende. Sospensioni attese anche per quanto riguarda l'intero settore privato (sindacato CUB). Non resta dunque che attendere le prossime settimane per avere la conferma dello sciopero del 14 novembre e per scoprire nei dettagli gli orari dei disagi nelle singole città.

Leggi tutto