Mentre nelle aule del Parlamento si discute (animatamente) in merito alla riforma della Buona Scuola renziana, non dobbiamo dimenticarci di quello che avverrà, tra qualche giorno, nelle aule che 'contano di più' a livello educativo, ovvero quelle scolastiche.

E' ufficialmente partita, infatti, la macchina scolastica riguardante la maturità 2015 e dal prossimo 5 giugno, si potrà consultare online, attraverso la consultazione del sito del Ministero dell'Istruzione, la composizione di tutte le commissioni d'esame.

Pubblicità
Pubblicità

L'indirizzo Web a cui fare riferimento è il seguente: www.istruzione.it/esame_ di_stato/index.html. La prima riunione è stata calendarizzata per il prossimo 15 giugno: poi, si partirà ufficialmente il 17 giugno (ore 8,30) con la prima prova.

Nella giornata di ieri, venerdì 29 maggio 2015, infatti, la ministra Stefania Giannini ha sottoscritto l’ordinanza sugli esami di Stato, indicando quali criteri dovranno essere seguiti e le relative date.

Esami di Stato 2015: composizione delle commissioni e novità licei musicali

Come previsto, non ci saranno novità per quanto riguarda le commissioni che saranno composte, come avvenuto negli anni precedenti, da un presidente e da membri interni ed esterni. 

Le novità, invece, riguarderanno i licei musicale, coreutico e artistico introdotti nel 2010 con la riforma delle scuole superiori: per gli studenti che affronteranno questa nuova maturità la seconda prova è prevista per il 18 giugno ed avrà una durata maggiore (due o più giorni), in quanto le materie d'esame riguarderanno argomenti come danza, musica e design.

Per tutti gli altri indirizzi, la durata della prova rimarrà pari a sei ore. 

Maturità 2015: le novità CLIL e alternanza-lavoro

La prima prova, quella che riguarderà lo scritto di italiano, sarà comune a tutti gli indirizzi scolastici: si svolgerà il 17 giugno. La terza prova, invece, è quella prevista per il 22 giugno e cambierà a seconda della tipologia della scuola con una novità: infatti, la commissione esaminatrice terrà in considerazione anche le 'eventuali esperienze condotte dagli studenti in alternanza scuola-lavoro, stage e tirocinio nonchè della disciplina non linguistica insegnata durante l'anno attraverso la metodologia Clil (quella cioè insegnata in lingua straniera). 

Leggi tutto