Il mese di luglio 2015 metterà a dura prova coloro che dovranno spostarsi in seguito al fitto calendario di scioperi dei trasporti che riguarderanno tutti i settori, da quello aereo a quello ferroviario e navale. Quali saranno le giornate più calde dal punto di vista degli scioperi nel corso del mese? Ecco di seguito le date più importanti da segnare in calendario in riferimento agli scioperi dei trasporti di natura nazionale e quelli di natura regionale in riferimento soprattutto ai possibili disagi che potrebbero manifestarsi da quest'ultimo punto di vista nella normale circolazione dei treni.

Pubblicità
Pubblicità

Scioperi dei trasporti nazionali: chi si ferma a luglio 2015, le date

Sarà il settore aereo quello maggiormente colpito dagli scioperi nel corso di luglio 2015 con una intera giornata che potrà rivelarsi tragica per chi deciderà di spostarsi con questo mezzo. Il sito ufficiale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti indica il 14 luglio come il giorno peggiore per i viaggiatori in seguito ad una serie di stop di natura nazionale che riguarderanno diverse compagnie nell'arco delle 24 ore.

Scioperi dei trasporti a luglio 2015
Scioperi dei trasporti a luglio 2015

Lo stop sarà di circa 8 ore (dalle 10 alle 18) per il personale della società Enav e Techno Sky. Possibili disagi con voli cancellati o ritardi potrebbero verificarsi nella medesima giornata del 14 luglio anche presso gli aeroporti di Linate e Malpensa, a Milano, in seguito allo stop di 4 ore (dalle 10 alle 14) fissato dal personale Ata Italia aderente alla sigla sindacale Ors Cub Trasporti. L'ANPAC ha invece indetto uno sciopero aereo di 24 ore che coinvolgerà i lavoratori Alitalia i quali incroceranno le braccia a partire dalla mezzanotte.

Pubblicità

Anche i dipendenti di Meridiana il 14 luglio aderiranno al fermo di 8 ore (dalle 10 alle 18), mentre sarà dimezzato lo sciopero del personale Mistral Air (dalle 12 alle 16) e Air Italy (dalle 10 alle 14) indetto rispettivamente dai sindacati Filt-Cgil e Anpac.

Nel mese di luglio 2015 ulteriore sciopero dei trasporti a livello nazionale si registrerà nel settore marittimo con possibili disagi in seguito all'adesione del personale Fedarlinea e Confitarma allo stop indetto da Usb Lavoro privato nella giornata del 16 luglio e che avrà una durata di 12 ore.

In merito alle modalità, la protesta avrà inizio due ore prima delle partenze per quanto riguarda le isole maggiori e dalla mezzanotte alle 12 per le isole minori.

Scioperi treni a luglio 2015: ecco le regioni interessate

Per il momento il sito del Mit non segnala date in rosso sul piano degli scioperi dei trasporti dei treni a livello nazionale, ma in determinate regioni si avranno due intense giornate di possibili disagi. Si tratta nello specifico delle regioni Piemonte e Toscana: ecco gli orari e le modalità dei nuovi stop ferroviari.

Pubblicità

In Piemonte, lo sciopero dei treni della durata di 24 ore è fissato per il 23 luglio quando si fermeranno i lavoratori Trenitalia aderenti a diverse sigle sindacali dalle ore 21:00 e fino al giorno seguente. Anche il 24 luglio sarà una giornata non semplice per chi dovrà spostarsi in treno poiché sempre in Piemonte potrebbero verificarsi disagi nella circolazione dei mezzi ferroviari Trenitalia nell'arco di otto ore (dalle 9 alle 17), così come in Toscana dove la protesta sarà però di 4 ore, e si concluderà nel primo pomeriggio, alle ore 14.

Pubblicità

Se volete restare aggiornati sul calendario completo degli scioperi in programma per il mese in corso, vi consigliamo di cliccare su "Segui" in alto a questo articolo.

Clicca per leggere la news e guarda il video