Non potevamo mai pensare che questa notizia potesse giungere così, come un fulmine a ciel sereno. Purtroppo dobbiamo ricrederci, perché il rischio per la salute dei più piccoli, a quanto pare, è più importante di tante altre cose, tra cui il profitto. La nota marca di colori, con immediatezza, ha deciso di ritirare dal mercato francesela serie di colori incriminata.

Ultime notizie al 25 ottobre 2016: i colori sono profumati, ma fanno male alla salute dei bambini

In effetti, quelladei colori profumati (Turbo Scent) della Giotto, era stata in Francia, nel momento del suo lancio, una novità davvero geniale, tanto che si sono viste scene paragonabili solo a quelle dei primi giorni di vendita degli ultimi smartphone della Apple.

Una vera e propria corsa per accaparrarsi le prime confezioni di colori. Le 8 essenze profumate hanno spopolato tra i piccoli bambini e l’acquisto multiplo di tali confezioni ha lasciato perplessi molti genitori, i quali, pur di accontentare le richieste pressanti dei loro figli hanno dovuto sborsare decine e decine di euro.

Stamani però, dopo il rincorrersi di notizie circa il rischio per la salute dei piccoli utilizzatori, la stessa casa produttrice (Giotto) ha deciso di ritirare in blocco tutte le confezioni presenti sul mercato francese; gli stessi pennarelli, a quanto pare, al loro interno contengono delle pericolosissime sostanze tossiche, le stesse contenute nelle essenze profumate che hanno reso famosi i noti pennarelli incriminati.

Ritirati perché manca una precisa normativa

Il ritiro immediato dal vasto mercato della cancelleria francese è stata la conseguenza di un allarme lanciato nei giorni scorsi dall’Associazione dei consumatoriQue Choisir”. Da quanto si apprende, dopo gli eclatanti dati/risultati pubblicati dal medesimo ente, la principale causa di rischio per la salute dei piccoli studenti, consiste nella presenza, all’interno dei colori, dei cosiddetti allergeni, i quali concorrono ad ottenere le essenze profumate.

Non essendo presente, ad oggi, una precisa regolamentazione normativa europea che fissi con certezza le quantità, i principi attivi di tali sostanze e, soprattutto, gli effetti sulla salute dei piccoli soggetti, quali appunto gli studenti, l’Associazione in oggetto ha chiesto con fermezza ed ha ottenuto dalla famosa Azienda Giotto, il clamoroso ritiro d’urgenza dei prodotti incriminatiin attesa dei necessari controlli.

Cosa succede in Italia? Più controlli sul materiale didattico degli alunni

In Italia, gli stessi pennarelli (Turbo Scent) sono regolarmente in vendita e molti alunni li custodiscono già nei loro zaini. Il maggiore rischio, secondo gli esperti, consisterebbe nell’inalazione delle sostanze chimiche in essi contenuti, denominati “Cov”, cioè i composti organici volatili, i quali, evaporando già alla temperatura ambiente, potrebbero provocare serie conseguenze alla salute dei piccoli utilizzatori.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

In attesa che anche in Italia la Giotto prenda la medesima decisione, molti genitori stanno già provvedendo a toglierli dalle cartelle dei propri figli. Quello che si auspica, infine, è che gli stessi controlli che si effettuano oggi agli oggetti ludici destinati ai più piccoli (giocattoli) vengano eseguiti scrupolosamente anche agli oggetti di cancelleria e a tutto il materiale didattico, contenuti negli zaini degli studenti più piccoli.

Per rimanere aggiornati su altre notizie del mondo della Scuola,vi invitiamo a'seguire' l'autore dell'articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!