Il tanto atteso Black Friday è ormai arrivato. Sarà un'intera giornata di saldi, in cui gli sconti possono essere compresi anche tra il 50% e il 70%.

Il " venerdì nero" è una delle tante tradizioni americane assorbite in Italia e quest'anno cade il 24 novembre, ad un mese esatto dalla vigilia di Natale.

Black Friday interesserà ogni negozio, ogni centro commerciale e ogni outlet, che saranno completamente presi d'assalto. A sbizzarrirsi con gli sconti saranno in particolare i negozi online. Si parla già di boom di vendite nel settore tecnologico, e in particolare per gli smartwatch e le cuffiette auricolari.

E l'anno scorso, ad aver riscosso maggiori vendite in questa giornata, è stato proprio il colosso piacentino amazon.

Sciopero all'Amazon Italia: vera giornata nera

Per l'Amazon é una giornata nera non solo per i saldi. Dai sindacati é infatti stato indetto uno sciopero per quanto riguarda la sede piacentina, avente ad oggetto la richiesta di trattamenti salariali più alti, visto che gli attuali sono ritenuti, dalle maggiori sigle sindacali, al di sotto dei livelli minimi previsti dal contratto nazionale nel settore logistico.

Gli stipendi si aggirano intorno ai 1450 euro lordi al mese per ogni lavoratore. Lo sciopero é previsto dal primo turno mattutino (dalle 6) al corrispondente primo turno di domani.

L'obiettivo è quello di far sentire la propria voce al colosso americano, rallentando le consegne in una giornata di vendite frenetica.

Anche i somministrati scioperano

Quella dei salari più alti non é l'unica richiesta. Si pone l'esigenza anche di ritmi più umani, sebbene ritmi frenetici siano un segnale positivo di vendite.

Ed uno sguardo importante è dato anche ai lavoratori somministrati, per i quali si richiede stabilità e continuità, con allungamento della durata dei contratti.

Se in un primo momento quindi, non era previsto lo sciopero per questa categoria di Lavoratori, arriva la notizia che anch'essi vi aderiranno.

La risposta della Societá

Innanzitutto Amazon Italia assicura di voler cercare di rispettare le tempistiche delle consegne, nonostante lo sciopero.

Questo per non danneggiare in alcun modo i clienti. La società sottolinea inoltre come i dipendenti già godano di benefici, tra cui sconti sugli acquisti Amazon e salari tra i più alti nel settore della logistica. Aggiunge anche quanto, per la società stessa, sia importante un dialogo con le rappresentanze sindacali ed i lavoratori.

Segui la nostra pagina Facebook!