Investire sugli #Eventi di qualità in inverno non è una politica di molti locali, ma a Soleto, in provincia di Lecce, ce n'è uno che ha saputo tramutare il freddo inverno in calde serate cariche di allegria e buonumore. Parliamo del Roast Meat di Soleto, sito vicino la stazione, dove ogni giovedì sera si ride a crepapelle con la rassegna di cabaret curata dal comico salentino per eccellenza Piero Ciakky che porta nel #Salento tanti comici amati a livello nazionale.

La rassegna di cabaret

L'idea di una rassegna di cabaret di qualità è nata lo scorso anno con grandi nomi come Giovanni Cacioppo e Pino Campagna e quest'anno, a partire da ottobre, è ripartita con Carmine Faraco e Dado, due comici/attori/musicisti che legano la propria comicità a stretto giro con la musica.

Accompagnati da Radio Orizzonti Activity, un giovedì sera al mese al Roast Meat è dedicato ad una sana risata cominciando con Piero Ciakky che apre le danze con il suo umorismo tutto salentino. A seguire, prende il palco l'ospite della serata.

Appuntamento con Ivan e Cristiano da Made in Sud

Il prossimo appuntamento atteso a Soleto è giovedì 15 dicembre con due comici che arrivano direttamente dal fortunato programma di Rai Due Made in Sud: Ivan e Cristiano, conosciuti per il gioco degli opposti che si attraggono che portano in tv, sono un duo esilarante che fonda la propria comicità nell'amicizia che li lega sin da piccoli. Al secolo Ivan Fedele e Cristiano Di Maio, i due seguono una strada simile sin dall'inizio. Ivan Fedele si laura in lettere Moderne ad indirizzo spettacolo, mentre Cristiano Di Maio si diploma all'Accademia d'Arte Drammatica del #Teatro Bellini di Napoli.

I migliori video del giorno

Dopo svariate esperienze singole, prendono parte insieme al laboratorio di cabaret "Si...Pariando" e partecipano a qualche puntata di "Domenica In". Poi la svolta con "Made in Sud" del quale fanno parte dal 2008, sin da quando il format era trasmesso su Comedy Central per poi approdare su Rai Due e ottenere un grandissimo riscontro da parte del pubblico.

Gli opposti che si attraggono

Il modello di comicità che il duo porta in scena trae origine dal gioco degli specchi ispirato al Signor G di Gaber e consiste in sketch sempre diversi con due persone totalmente opposte, da un lato un tamarro dall'altro un fine manager, che si incontrano e scontrano in una delle tante file che si possono fare nella vita. Dal loro incontro/scontro nasce una grande ed esilarante comicità, tutta da ridere.