Il servizio di car sharing, ovvero dell'auto condivisa, è nato per minimizzare l'utilizzo dell'auto privata. In Italia il servizio è attivo nelle città di Milano, Roma e Firenze. Le due società che hanno intrapreso quest'attività sono la Mercedes-Benz, in collaborazione con la Smart, e la Eni cooperando con la FIAT. Il servizio tedesco prende il nome di Car2go, mentre Enjoy è il servizio dell'Eni.

Differenze delle due società

Car2go nasce in Germania, la direzione è a Stoccarda e pian piano si è estesa in tutte le importanti città tedesche, inoltre anche in Belgio, Paesi Bassi fino ad arrivare negli Stati Uniti e in Canada.

Pubblicità
Pubblicità

In Italia l'azienda ha portato il servizio prima nel capoluogo lombardo, successivamente nella capitale e a Firenze. Per orgoglio o per semplice business, osservando la grande notorietà che ha rapidamente conquistato il servizio tedesco, l'azienda italiana Eni ha attivato, anch'essa il servizio di car sharing, denominato Enjoy. Le città italiane raggiunte dal servizio sono le stesse di quelle raggiunte da Car2go.



La differenza principale tra le due aziende è la tipologia di auto fornita.

La compagnia tedesca utilizza le "Smart fortwo", comode per la città, maneggevoli e a due posti, mentre l'azienda italiana utilizza delle "Cinquecento", a quattro posti, e alcune "Cinquecento L" a cinque posti. Per stabilire una concorrenza forte Enjoy fa leva sui prezzi, infatti il tariffario è al minuto per entrambe, ma mentre la multinazionale italiana fissa il prezzo al minuto di soli 0,25 euro, la compagnia tedesca ha un prezzo più elevato corrispondente a 0,29 euro.

Pubblicità





Il metodo di apertura delle porte dell'auto per Enjoy è attuato attraverso un messaggio o un comando con un app apposita, per Car2go inizialmente era richiesta una member card da far leggere al lettore sul parabrezza, ma da soli due giorni ha imitato la rivale con la stessa tecnica. Entrambe le società si appoggiano a vari partner per esempio Trenitalia appoggia Enjoy mentre Italo sostiene Car2go, infatti gli iscritti a uno dei due servizi ferroviari può usufruire di alcuni voucher gratuiti che concedono minuti di libera circolazione.

Anche se l'azienda tedesca ha una flotta più vasta e un nome più affermato, con le novità suggerite dall'Eni, la concorrenza è davvero forte e cercheranno di contendersi tutti i clienti possibili. 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto