Tragedia nel napoletano, a San Gennaro Vesuviano: un uomo di trentacinque anni ha lanciato sua figlia dal balcone prima di buttarsi nel vuoto.

Orrore nel napoletano: padre uccide la figlia prima di tentare il suicidio

È successo in via Cozzolino, intorno a mezzogiorno di oggi 15 luglio. Un 35enne ha deciso di affacciarsi dal suo appartamento sito al secondo piano del condominio e lasciare andare giù la figlia di 16 mesi.

Poco dopo, l'ha seguita lanciandosi nel vuoto.

La bambina ha perso la vita sul colpo, mentre lui è stato trasportato urgentemente all'Ospedale Cardarelli dove in questo momento si trova ricoverato in gravissime condizioni.

San Gennaro Vesuviano: le prime ricostruzioni

Secondo una prima ricostruzione, in casa era presente anche la moglie del 35enne. Molto probabilmente all'interno della coppia c'erano dei problemi che stavano portando i due coniugi ad una separazione.

Intorno a mezzogiorno, l'uomo avrebbe chiesto alla moglie di spostarsi in un'altra stanza, utilizzando un pretesto. A quel punto, il trentacinquenne avrebbe afferrato la piccola buttandola nel vuoto, prima di tentare il suicidio. Non è ancora chiaro se nella coppia ci sia stato un litigio prima della dolorosa fine. I contrasti all'interno delle mura domestiche potrebbero essere all'origine del tragico gesto.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

La piccola di 16 mesi è morta sul corpo

I soccorsi sono arrivati immediatamente ma per la bambina non c'è stato niente da fare: è morta sul colpo a causa del forte impatto dato dall'altezza del balcone e sono stati inutili i tentativi di rianimazione da parte del personale del 118. Il padre, invece, è stato ricoverato in gravissime condizioni.

I carabinieri, giunti sul luogo della tragedia poco dopo l'accaduto, stanno indagando per capire le dinamiche che hanno portato l'uomo a compiere l'insano e tragico gesto.

Non è ancora chiaro il motivo che possa aver spinto il 35enne a tentare il suicidio dopo aver tolto la vita a sua figlia. Gli inquirenti stanno lavorando per ricostruire gli ultimi momenti che precedono l'accaduto e indagheranno anche su ciò che stava intorno alla coppia, interrogando i vicini di casa ed eventuali testimoni. Appena sarà possibile verrà ascoltato anche il padre della piccola vittima.

Il luogo della tragedia di nuovo al centro delle cronache

San Gennaro Vesuviano, uno dei piccoli centri alle falde del Vesuvio, dista 25 km da Napoli. Il luogo in cui si è consumata la tragedia, insieme ad Ottaviano, Palma Campania e San Giuseppe Vesuviano, era stato di nuovo al centro delle cronache qualche giorno fa, quando il governo ha deciso di prorogare di sei mesi il commissariamento del comune a causa di gravi infiltrazioni della criminalità organizzata.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto