Questa mattina, sabato 2 maggio, si sono succeduti attimi di terrore presso l'ufficio postale di Giugliano, un paese in provincia di Napoli, dove un uomo in preda ad un raptus di follia ha aggredito la guardia giurata con un taglierino che portava con sé, probabilmente con lo scopo di saltare la fila. In seguito si è barricato nell'ufficio sequestrando una dipendente. Il suo gesto ha generato il panico tra i presenti ma il tempestivo arrivo delle forze dell'ordine ha messo fine alla paura.

La ricostruzione del folle gesto

Il folle episodio di violenza si è verificato in mattinata presso l'ufficio postale di via primo maggio a Giugliano, Napoli, nelle immediate vicinanze della villa comunale.

Un uomo, che con molta probabilità è affetto da gravi disturbi psichici, ha ferito una guardia giurata con un taglierino probabilmente solo per saltare la fila. Secondo quanto ricostruito dai militari dell'arma giunti sul posto, l'uomo voleva a tutti i costi saltare la fila molto lunga e di fronte alla negazione da parte del personale addetto alla sicurezza, ha agito in maniera folle.

Ha estratto l'arma da una tasca, un taglierino, e ha ferito alla testa l'addetto alla vigilanza con cui stava discutendo. Dopo una breve colluttazione è poi riuscito ad introdursi all'interno dell'ufficio postale prendendo in ostaggio un'impiegata. Il momento di panico è durato poco grazie al tempestivo intervento di altri addetti alla vigilanza che, dopo aver bloccato l'aggressore, hanno allertato subito le forze dell'ordine.

Sul posto sono giunti i carabinieri del comando di Giugliano, diretti dal capitano Coratza, che hanno subito arrestato l'uomo. Sul posto è arrivata anche un' ambulanza per prestare i primi soccorsi al vigilante ferito che è stato poi medicato dal personale sanitario. L'uomo non è in condizioni gravi.

Tanta paura per i presenti

La scena di follia, ha generato il panico tra tutti i presenti che, improvvisamente, si sono ritrovati a dover assistere a uno scenario del tutto inaspettato ed inquietante. Tutti si trovavano in maniera ordinata in fila in attesa di poter ritirare la pensione quando il malintenzionato ha deciso di dare in escandescenza in il suo folle gesto.

Vi erano parecchie persone ad attendere il proprio turno, in quanto oggi per il ritiro della pensione potevano accedere all'ufficio quelle con cognome dalla lettera Q alla lettera Z. L'ufficio postale di via Primo Maggio è stato chiuso al pubblico dopo quanto accaduto questa mattina per consentire alle forze dell'ordine di svolgere in maniera accurata tutte le indagini sul caso che ha sconvolto la tranquilla cittadina del napoletano.