Amnistia e indulto2014: c'è grande attesa per l'esame congiunto dei quattro ddl per la concessione di indulto e amnistia alla commissione Giustizia del Senato.

I disegni di legge sui provvedimenti diclemenza generale sollecitati con un messaggio alle Camere del presidente dellaRepubblica Giorgio Napolitanodovranno essere discussi nella seduta convocata per la prossima settimana il 14, 15 e 16 gennaio.

Fino ad ora l'iter legislativo ha visto alcuniadempimenti tecnici dopo la presentazione, la richiesta di alcuni pareri allecommissioni Affari costituzionali,Bilancio e Sanità e anche una breve trattazione con i senatori che hannoanticipato le diverse posizioni dei loro partiti.

Ecco le sintesi dellerelazioni allegate ai primi due ddl (il 20 e 21) presentati a Palazzo Madamadove vengono sottolineate le possibili novitàsu indulto e amnistia 2014.

Disegno di legge d'iniziativadei senatori Manconi, Compagna, Corsini e Tronti su indulto e amnistia. "Lasituazione delle nostre carceri – si legge in premessa - costituisce una dellepiù gravi emergenze del Paese. La Corte diStrasburgo ribadisce che una pena detentiva in condizioni inumane – vienesottolineato nella relazione – è una delle più gravi violazioni dei dirittifondamentali della persona. E' ineludibile introdurre misure capaci di ridurre,nell'immediato, il sovraffollamento. Nell'esercizio di quel potere di clemenza riservatoal Parlamento, il presente ddl – viene spiegatonella relazione del ddl Manconi e altri - concede amnistia per tutti i reaticommessi entro il 14 marzo 2013 per i quali è stabilita una pena detentiva nonsuperiore a quattro anni, o una pena pecuniaria, sola o congiunta alla pena fermerestando alcune esclusioni per i reati di maggiore pericolosità sociale.

Stesseesclusioni – viene spiegato - sono previste per l'indulto, che è concesso nellamisura di tre anni in linea generale e di cinque per i soli detenuti in gravicondizioni di salute".

Ddl d'iniziativa deisenatori Compagna e Manconi su indulto e amnistia. "L'indulto del 2006 – silegge tra l'altro nella relazione - non ha che minimamente inciso la realtà deldrammatico sovraffollamento delle carceri, in ragione dei limiti e dell'assenzadi riforme strutturali del sistema penitenziario.

È ora di cominciare a darerisposta, con un provvedimento straordinario di buon governo. Allastraordinarietà di questa crisi sociale e istituzionale del nostro Paese – si leggenella relazione del ddl Compagna più altri - accertata dalle decine e decine di condanneche vengono da Strasburgo e che pongono l'Italia al di fuori dei trattaticostituitivi dell'Unione europea e dalla Cartadei diritti dell'uomo.

Rispetto all'amnistiadel 1990, l'ultima emanata, si è scelto di eliminare il riferimento alladiscussa del reato finanziario. La penadetentiva che deve essere prevista per l'applicazione – viene spiegato - èquella non superiore a quattro anni, ovvero una pena pecuniaria, sola ocongiunta. Per l'indulto invece si è scelto di elevare la soglia a quattroanni, contemplando altresì la sua concessione – si legge nella relazione -nella misura non superiore a cinque anni per gli affetti da determinatepatologie gravissime".

Segui la nostra pagina Facebook!