I sintomi legati alle emorroidi colpiscono centinaia di persone, che, di conseguenza, cercano di le cure più adeguate per prevenire o curare il problema. Cosa sono le emorroidi? Strutture vascolari del canale anale, che fanno parte della normale anatomia umana, ma possono diventare un problema quando vanno a gonfiarsi e ad infiammarsi, causando una sindrome chiamata malattia emorroidaria. Le emorroidi giocano un ruolo molto importante nella continenza fecale.

Ad oggi non è ancora presente una teoria in grado di spiegare con certezza quale siano le cause di tale disturbo, tra le ipotesi troviamo: mancanza di esercizio fisico, errati fattori nutrizionali, genetica, stitichezza e invecchiamento. Quali sono i sintomi delle emorroidi infiammate? Prima di ogni altra spiegazione va specificato che esse possono essere di due tipi: esterne ed interne. Le prime solitamente si manifestano con dolore e gonfiore locale, percepibile al tatto.

Mentre le seconde, essendo nascoste tra la parete anale, sono rilevabili con esami specifici al riguardo. Tra i sintomi più comuni, in entrambi i casi, è il sanguinamento e il dolore locale al momento dell' evacuazione.

Emorroidi: come curarle

Una volta confermata la presenza di malattia emorroidaria, occorre capire quali sono le cure più adeguate per risolvere la questione senza intervenire chirurgicamente.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

Il primo consiglio medico è la correzione del regime alimentare, in quanto seguire un'adeguata dieta, equivale a mettere in atto un'ottima cura per le emorroidi infiammate. Coloro che soffrono di tale disturbo devono mangiare cibi con ricca presenza di fibre alimentari e consumare molti fluidi, per mantenere l'idratazione corretta.

Seppure le spiegazioni sulle cause scatenanti dell'infiammazione delle emorroidi sono poche, le soluzioni sono molteplici.

Non è possibile stimare un numero esatto di persone affette dalla patologia, in quanto molti per imbarazzo, preferiscono risolvere, finché è possibile, il problema autonomamente, senza consulto medico. Ad ogni modo è importantissimo sapere che il fattore principale per curare la malattia è l'alimentazione, quindi consumare cibi ricchi di fibre, come verdure, legumi, frutta e crusca, può aiutare a combattere i sintomi legati alla patologia.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto