Vaccinazioni obbligatorie per l'iscrizione a Scuola: il consiglio dei ministri ha approvato il nuovo provvedimento in materia di prevenzione vaccinale che prevede l’obbligo di vaccinare i propri figli. Il nuovo decreto renderà obbligatorie una serie di vaccinazioni che finora venivano solo raccomandate. La mancanza di documentazioni sui vaccini dell’alunno autorizzerà le autorità scolastiche ad applicare le sanzioni fino a trenta volte maggiorate rispetto a quelle attualmente esistenti.

Vaccini obbligatori: le sanzioni in arrivo per i genitori

Vaccinare i propri figli sarà obbligatorio, e chi non lo farà non potrà iscriverli, da 0 a 6 anni, nei nidi, negli asili e nella scuola. Le stesse regole saranno previste per le scuole elementari e nelle medie. Anche nei primi due anni delle scuole superiori saranno previste delle nuove regole e in particolar modo fino ai 16 anni e in questo caso non sarà contemplato il divieto dell’ iscrizione a scuola, ma saranno applicate sanzioni anche molto alte, erogate direttamente dalle Aziende sanitarie, che oscilleranno dai 500 a 7.500 euro.

Il genitore che ometterà, ai propri figli, le nuove vaccinazioni obbligatorie sarà segnalato dalla Asl direttamente al Tribunale dei Minorenni che potrà prendere in considerazione la sospensione della potestà del genitore sul minore.

L’elenco dei vaccini obbligatori per l’iscrizione nelle strutture scolastiche

Le vaccinazioni che, dal prossimo settembre saranno obbligatorie per poter iscrivere a scuola i propri figli negli asili nido e alle scuole materne, sono 12.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola

Se il bambino non risulterà in regola, la scuola sarà autorizzata a mettere al corrente l’Asl di competenza, la quale a sua volta, richiamerà la famiglia per permettere di mettersi in regola. Se a questo punto i genitori non si decideranno a far vaccinare il proprio figlio, si procederà all’invio della sanzione prevista. Le vaccinazioni che il Governo ha reso obbligatorie, oltre a quelle già previste, come quella antidifterica, antipoliomelitica, antitetanica e antiepatite virale B, sono le seguenti: l’anti rosolia, l’anti morbillo, l’anti varicella, l’anti meningococco B, l’anti pertosse, l’anti meningococco C, l’anti parotite e il vaccino contro l’Aemophilus influenzae.

Se un bambino avrà già contratto una di queste malattie non servirà il vaccino poiché già immune ma servirà un certificato del proprio pediatra che dovrà comprovarlo. Sarà contemplata l’eventualità di richiedere che il bambino venga sottoposto ad opportuni esami per accertare che abbia sviluppato gli opportuni anticorpi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto