Le problematiche legate alla depressione sono, sotto diversi aspetti, ancora un profondo mistero. Infatti le cause scatenanti di questa patologia psichica sono, anche per gli specialisti del settore, non molto chiare e la cura dei soggetti non è sempre così facile. Un nuovo studio condotto in Belgio e guidato dal professor Jeroen Raes, del VIB KU Leuven Center di Lovanio, ha recentemente annunciato di avere scoperto una tra le varie possibili cause scatenanti che potrebbero determinare l’insorgere di meccanismi legati a questa patologia.

Depressione: lo studio sulla carenza dei batteri intestinali

Secondo i ricercatori dello studio condotto in Belgio sulla depressione e pubblicato di recente sulla rivista scientifica Nature Microbiology, una possibile causa che innesca il meccanismo legato al crollo psicofisico dei pazienti, potrebbe risiedere in una particolare carenza di batteri presenti nel loro intestino. Lo studio si è basato su uno studio approfondito che ha preso in esame due gruppi di soggetti, ciascuno di oltre 1000 persone.

Lo studio avrebbe fatto emergere che in coloro che soffrono di depressione è risultata, nel loro organismo e in particolare nel loro intestino, una componente costante determinata dalla presenza ridotta dei rispettivi batteri Dialister e Coprococcus. In assenza di questi batteri specifici, si è notata la riduzione, in parallelo, di una sostanza molto simile alla ‘dopamina’, ritenuta indispensabile per una buona Salute mentale.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute Corretta Alimentazione

Gli esperti hanno osservato attentamente il genoma del microbiota intestinale dei due gruppi posti a controllo e dalla loro comparazione sono state evidenziate diverse composiziono del genoma intestinale dei soggetti ai quali era stata già diagnosticata la depressione rispetto al gruppo di volontari sani.

Depressione: cos’è e i trattamenti consigliati dagli specialisti

Secondo questo nuovo studio, quindi, la carenza di specifici batteri al livello intestinale potrebbe predisporre alcuni individui a disturbi legati alla depressione.

La nostra flora intestinale potrebbe essere uno dei misteri legati alla nostra salute mentale? La ricerca dovrà sicuramente essere approfondita ulteriormente attraverso studi più ampi e dettagliati a riguardo, ma se fosse davvero questa anomalia una delle possibili cause scatenanti, la ricerca opterà per lo studio di terapie mirate a bilanciare questa assenza di equilibri, andando a sanare il corpo e la mente dai seri disturbi legati a questo problema.

La depressione, generalmente, si manifesta come disturbi strettamente legati al tono del proprio umore accompagnata da picchi verso l’alto, in caso di situazioni positive e picchi vertiginosamente verso il basso, in presenza di situazioni negative e spiacevoli. Il depresso, inoltre, coltiva il più delle volte, pensieri e azioni negative verso se stesso alzando, molto spesso, muri invalicabili. I trattamenti prevedono, molto spesso, terapie farmacologiche a base di antidepressivi alle quali vanno, in parallelo, abbinate sedute di psicoterapie.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto