Molte le novità approvate dal legislatore per il 730 2014. Riportiamo di seguito le più rilevanti ai fini fiscali. #modello 730 #Detrazioni fiscali

  • può presentare il 730 nel 2014 anche chi non ha un sostituto d'imposta: chi nel 2013 ha avuto un lavoro dipendente ma lo ha perduto nel momento di presentare il 730 può lo stesso presentare il modello indicando nel riquadro del sostituto d'imposta la voce "Mod. 730 dipendenti senza sostituto".
  • il credito del 730 da quest'anno può essere utilizzato per il pagamento di altre imposte come compensazione attraverso il modello F24..
  • le detrazioni per i figli a carico sono state elevate: da 800 a 950 euro per ogni figlio maggiore di 3 anni, da 900 a 1220 euro per ogni figlio di età inferiore a 3 anni
  • per coloro che fruiscono delle detrazioni per le spese di recupero del patrimonio edilizio è riconosciuta una detrazione pari al 50% e per tutte le spese sostenute entro il 6 giugno dello scorso anno che siano state destinate all'acquisto di mobili o grandi elettrodomestici (classe non inferiore alla A+). La detrazione spetta per un ammontare complessivo che non superi i 10.000 euro e sarà ripartita in 10 rate.
  • per interventi relativi al risparmio energetico è riconosciuta una detrazione d'imposta pari al 65% (invece del 55%) per tutte le spese sostenute entro il 31 dicembre 2013
  • per coloro che hanno sostenuto, entro l'agosto del 2013, spese per adottare misure antisismiche nelle proprie abitazioni, è riconosciuta una detrazione d'imposta pari al 65% fino ad una spesa massima di 96.000 euro
  • è riconosciuta inoltre una detrazione del 19% per coloro che hanno sostenuto spese per l'ammortamento dei Titoli di Stato.