La Mini #imu è la tassa dovuta da circa 10 milioni di italiani possessori di una prima abitazione con residenza nei comuni che superano il 4 per mille di aliquota. La scadenza è fissata al 24 gennaio come per la Tares. Secondo i Caf, che in questi giorni sono stati presi d'assalto mettendo in difficoltà gli impiegati soprattutto nelle grandi città come Roma, Bologna o Milano, la rata media da versare per la Mini Imu si aggira intorno ai 40/42 euro. Ma ad esempio a Grosseto si pagherà sui 14 euro, a Milano sui 95 euro, a Belluno 54 euro mentre a Campobasso sarà di 33 euro. Ma cosa succederà se i contribuenti non pagheranno in tempo? Andiamo a vedere

Sanzioni e interessi per chi paga in ritardo o non paga la Mini Imu 

Per chi ritarderà nel pagamento della Mini Imu di pochi giorni o al massimo 2 settimane la sanzione sarà ridotta: verrà calcolato lo 0,2% per ogni giorni di ritardo.

Se si paga entro 30 giorni la quota sarà maggiorata dello 0,3%. Entro un anno invece la maggiorazione sarà di 3,75% per ogni giorno di ritardo.

Se invece si dovrà pagare dopo l'accertamento effettuato dal comune la sanzione risulterà piuttosto cara, salirà del 30% e si dovranno aggiungere anche gli interessi e le spese per la notifica. Però se il contribuente che riceve il sollecito di pagamento salda la tassa Mini Imu entro 15 giorni, la sanzione sarà del 2%.

Ricordiamo infine che la Mini Imu si può pagare tramite modello F24 oppure utilizzando un semplice bollettino postale, indicando come codice tributo 3912 e che si tratta di un saldo per l'anno 2013.