Importanti novità sono quelle che riguardano tutti gli italiani alle prese con le cartelle di #Equitalia: da qualche mese la sanatoria è ormai una realtà e migliaia di cittadini sono alla ricerca di informazioni per capire come comportarsi. Tutti gli interessati potranno infatti pagare entro il 28 febbraio tutte le cartelle ricevute entro il 31 ottobre in un'unica soluzione, senza interessi di mora o interessi di ritardata iscrizione. A chi è rivolto il condono? Quali sono le categorie di credito su cui sarà possibile ottenere la sanatoria? Il tutto varrà per multe, bolli auto, Irpef, Iva anche per cartelle già rateizzate oppure nel caso di sospensioni giudiziali.

Oltre questa importante novità, ora è stato data anche la possibilità ai cittadini contribuenti di bloccare le cosiddette cartelle pazze, quelle richieste di pagamento che riguardano somme dovute ma già versato oppure importi non dovuti allo Stato. Vediamo come

Pagamento Cartelle Pazze: ecco come bloccarlo

Tutti i cittadini che hanno avuto la spiacevole sfortuna di avere a che fare con questa tipologia di cartelle possono ora dare lo stop alle richieste con un semplice clic. Dove? Sul sito di Equitalia: è la stessa società di riscossione che ha infatti comunicato con una nota sul proprio sito l'attivazione del nuovo strumento online con cui si possono sospendere le richieste ingiustificate della cartelle. Come detto si tratta di casi particolari: si parla di situazioni in cui il credito non ha più motivo di essere richiesto, visto che si è avuta una sentenza favorevole oppure può essere dimostrato tramite la normativa vigente che il credito è inesigibile.