Quando parliamo di "eredità" intendiamo il patrimonio di una persona giuridica, considerato nella sua globalità, che, al momento della morte, passa nella titolarità giuridica di un altro soggetto attraverso il diritto di successione. Per quanto riguarda l'ordinamento normativo italiano, il patrimonio della persona giuridica passa ai cosiddetti successori attraverso due modalità differenti: 1) successione legittima, in quanto, secondo legge, gli eredi legittimi (seppur in quote variabili) sono il coniuge, i discendenti diretti (dunque: prima di tutto figli e nipoti), i fratelli e le sorelle e infine gli altri parenti fino al sesto grado della parentela; 2) successione testamentaria, quando la persona giuridica defunta ha lasciato indicazioni sulla successione attraverso lo strumento giuridico del testamento.

In questo articolo analizzeremo quali sono le tasse di successione da pagare e quali sono le aliquote.

Tasse di successione 2013-2014: quanto si paga

Per quanto riguarda il diritto di successione, gli eredi, nel momento in cui, o per via di successione legittima o per via di successione testamentaria, ricevono la cosiddetta eredità, sono tenuti a pagare delle tasse di successione con aliquote determinate. Vediamo nello specifico i vari casi secondo legge: 1) qualora gli eredi, per via legittima o testamentaria, siano il coniuge o i discendenti diretti, si applica un'aliquota del 4% soltanto per tutto l'insieme di beni ereditati che eccede la franchigia posta dalla legge a un milione di euro; 2) qualora gli eredi siano invece i fratelli e le sorelle della persona deceduta, l'aliquota applicata è del 6% soltanto per tutto l'insieme di beni ereditati che eccede la franchigia posta dalla legge a 100mila euro; 3) qualora gli eredi siano invece i cugini del defunto o i genitori, fratelli e nipoti del coniuge del defunto l'aliquota applicata è del 6% sul totale dei beni ereditati senza alcuna franchigia; 4) qualora gli eredi siano rappresentati da persone terze e non rientranti all'interno di nessuna delle categorie suddette, dunque qualora siano eredi esterni alla famiglia e scelti per via di successione testamentaria, l'aliquota applicata è dell'8% sul totale dei beni ereditati senza alcuna franchigia.

I migliori video del giorno

Tasse di successione 2013-2014: il valore catastale

Le tasse di successione e le aliquote suddette riguardano il valore dei beni ereditati. Per quanto riguarda il caso specifico degli immobili è necessario considerare anche il valore catastale di essi ai quali va applicato un'aliquota aggiuntiva dell'1% connessa all'imposta catastale e del 2% connessa all'imposta ipotecaria.