La notizia impazza su tutto il web. È il caso di YouTube, il colosso mondiale di video uploading e sharing in tutto il mondo con un miliardo di utenti unici mensili. La notizia riguarda la decisione di creare dei canali a pagamento; non è una vera e propria news perché da tempo i rumors davano per veritiera la novità. L'importo da pagare richiesto attualmente pare sia di 99 centesimi mensili, per poter accedere a film e serie tv.

L'ufficialità è stata data dal sito di videosharing stesso, con un post pubblicato sul blog. Inizialmente la cerchia degli utenti è ristretta a pochi partner. Ogni canale dà la possibilità di provare la nuova piattaforma, inoltre sono già disponibili nuove promozioni e pacchetti scontati.

Direttamente dallo staff di YouTube viene affermato che la possibilità di un abbonamento, ovviamente, permette di visualizzare i canali, oltre che su computer, anche su tutti i dispositivi mobili e tablet.

Attualmente la lista dei canali non ha un numero elevato, infatti ad oggi sono solo 53 i canali a pagamento e nessuno di questi è disponibile in Italia. 

Dalla parte dell'utente è importante ricordare che è stata concessa la possibilità di usufruire delle due settimane di prova, in cui è possibile guardare tutti i canali a pagamento disponibili, gratuitamente. Questa è stata una scelta mirata da Google, per poter invogliare il pubblico a provare il "prodotto" e successivamente "acquistarlo". 

Il colosso di videosharing non si ferma e continua a "creare economia", rimanendo su un concetto importante, che è quello di essere visti e, sopratutto, fare denaro.

Un cambiamento, questo, molto atteso, ma anche aspettato. Dimostrato anche dalle varie modifiche grafiche della piattaforma relative agli ultimi mesi. I canali che saranno a pagamento non trattano temi noti o "famosi", ma è tutto frutto di ciò che YouTube nel tempo è riuscito a creare. I personaggi cosiddetti youtubers e altre star che hanno avuto successo lanciate da questo magico "tubo". 



Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto