Fare impresa, anche in tempi di crisi, è possibile con Working Capital Accelerator. Giunto alla sesta edizione, il concorso della telecom italia che favorisce la nascita e la crescita di nuovi progetti imprenditoriali nel nostro territorio, è iniziato il 27 marzo 2014 e sta per giungere al termine. C'è tempo infatti fino al 26 maggio per presentare la propria idea di startup, che dovrà riguardare principalmente l'ambito Internet, digital life, mobile evolution e green.

Il programma - Superata la fase di selezione, i quaranta progetti che risulteranno vincitori riceveranno 25 mila euro ciascuno.

Pubblicità

I giovani imprenditori dovranno poi seguire un percorso di formazione per quattro mesi, da luglio a novembre, durante il quale potranno sviluppare le loro idee di startup, seguiti da esperti del settore, in uno dei quattro acceleratori dislocati sulla nostra penisola (Milano, Bologna, Roma e Catania).

Proprio questa mattina, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri, Graziano Delrio, ha inaugurato a Catania il nuovo spazio dell'acceleratore Working Capital, una struttura sita in via Novara 59, con oltre 1.000 metri quadrati (raddoppiati rispetto allo scorso anno), che saranno messi a disposizione delle giovani startup del Meridione.

Oltre al sindaco di Catania Enzo Bianco, sono intervenuti all'inaugurazione il fondatore del progetto Working Capital Salvo Mizzi, il CTO di Expo 2015 Guido Arnone, il regista e autore televisivo Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif, e altri rappresentanti del mondo dell'innovazione e del venture capitalism italiano.

"Le start up sono il futuro", ha detto Delrio, che si è complimentato con Telecom Italia per il coraggio che ha dimostrato con quest'iniziativa "davvero centrata sulle cose di cui abbiamo bisogno: creatività, innovazione, fantasia dei talenti".

Pubblicità

Attraverso la sinergia tra istituzioni locali e privati al servizio dei giovani, "l'Italia ce la può fare" ha aggiunto il sottosegretario, che ha invitato gli stessi giovani a "pretendere correttezza e trasparenza", a non "chiedere raccomandazioni", ma a confidare nelle persone che intendono fare impresa senza sfruttarli.

A partire dalle ore 15.00 di oggi, infatti, l'acceleratore Working Capital ospiterà la terza edizione di Startup Weekend, la manifestazione diventata ormai punto di riferimento in tutta la Sicilia, che sarà in programma fino a domenica 25.

Durante la tre giorni, i giovani talenti potranno incontrarsi, formare dei team e realizzare la propria idea di impresa. I progetti saranno poi inseriti nel repository di Working Capital di Telecom Italia e concorreranno alla Call for ideas 2014.

I requisiti - Working Capital di Telecom Italia è aperto non solo a studenti, ma anche ad aspiranti startuppers, liberi professionisti, società costituite da meno di due anni e che abbiano almeno uno dei componenti sopra i 18 anni. Da quest'anno, inoltre, l'edizione targata con il claim "Make in Italy!" non è rivolta soltanto ai talenti italiani, ma è aperta anche a gruppi di lavoro internazionali.

Pubblicità

L'iscrizione - Per partecipare al concorso è sufficiente registrarsi come utente sul sito Working Capital e compilare il modulo di registrazione. Accedendo poi all'area riservata, si potrà caricare il proprio progetto, compilando i diversi campi che definiscono l'idea e specificando altresì in quale acceleratore si desidera frequentare il percorso, il tipo di soggetto giuridico che si vuole creare e le informazioni di recapito. Per ulteriori dettagli, si consiglia di consultare la pagina dedicata al concorso per start up Working Capital Telecom Italia.