L'arrivo sul mercato italiano delle low cost ha evidentemente rivoluzionato il mondo della telefonia mobile: Iliad, Kena Mobile e Ho.Mobile hanno ottenuto un notevole successo commerciale, tanto è che molti utenti hanno richiesto la portabilità dai brand principali come Tim, vodafone, Wind, Tre proprio alle low cost, attirati in particolar modo dai prezzi vantaggiosi e dai servizi innovativi offerti. A luglio però ci sono state delle problematiche riguardanti sopratutto la portabilità da Vodafone, che AGCOM ha 'punito' con la delibera 347/18/CONS. Proprio l'azienda inglese ha di recente ufficializzato sul proprio sito ufficiale una serie di provvedimenti che arrivano in seguito a tale delibera nel mese di luglio 2018 e riguardanti gli indennizzi che l'azienda inglese dovrà pagare ai clienti.

La nota ufficiale rilasciata da Vodafone sul suo sito ufficiale

L'azienda spiega come a seguito di problematiche riferite a ritardi di portabilità ad un altra azienda di telefonia mobile, o ritardi di attivazione o di sospensione di servizi, di trasloco dell'utenza, sia per telefoni fissi e mobili, dovrà pagare un indennizzo automatico, tramite fattura commerciale o con accredito sul credito residuo, per una somma che va da 1 a 7,50 euro al giorno. L'azienda di telefonia mobile inglese ha ufficializzato tale notizia tramite una nota sul suo sito: Vodafone conferma infatti, che a seguito della delibera 347/18/CONS di AGCOM, solo su richiesta del cliente e solo su problematiche imputabili all'azienda inglese, pagherà 7,50 euro al giorno per ogni giorno di ritardo, cessazione o sospensione amministrativa di uno o più servizi.

Inoltre, per ciascun servizio accessorio, corrisponderà 2,5 euro fino ad un massimo di 300 euro ed ulteriori 1 euro, fino ad un massimo di 100, per ciascun servizio gratuito.

Le modalità di pagamento dell'indennizzo da parte di Vodafone

Tali indennizzi sono incrementati di un terzo per le utenze in banda ultra larga e del doppio in caso di disservizio riguardante utenze business, oggetto di contratto di adesione.

Per richiedere gli indennizzi, si può procedere tramite le modalità suggerite dalla Carta del Cliente. Se l'indennizzo supera l'importo della fattura commerciale che abitualmente l'utente paga a Vodafone, allora quest'ultimo potrà richiedere l'accredito tramite assegno o bonifico bancario. Per le utenze con pagamento anticipato, l'indennizzo sarà pagato tramite accredito della somma.

Segui la pagina Smartphone
Segui
Segui la pagina Vodafone
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!