Halloween si avvicinama la paura c’è già da questa estate. Tutti, infatti, hanno sentito nominare almeno una volta i seguenti nomi: Random e l’Holy colors. Il primo è la famosa “festa a caso”, diffusasi in Italia due anni fa, nella quale l’unica regola vigente sull’abbigliamento è “più strano è meglio è”; il secondo è il festival del lancio dei colori in polvere a base d amido di mais. Questi due eventi si sono rivelati l’attrazione principale dell’estate 2015, ma invece di essere un momento di festa e ritrovo per giovani sono stati lo scenario di furti seriali organizzati.

Il 25 luglio il Random organizzato a Jesolo, al Faro, oltre a fare il sold-out è diventato lo scenario di scippi e rapine.

I rapinatori spruzzavano lo spray al peperoncino tra la folla, e, servendosi della situazione di panico che si creava, la calca e l’incapacità delle persone di vedere a causa del gas lacrimogeno stesso, sono riusciti a compiere i furti. Ciò che comunemente è utilizzato come arma di difesa contro le aggressioni è diventato alibi perfetto degli “Scippo-party” nell’estate 2015.

Oltre ai casi denunciati dello spray al peperoncinosi sono verificati furti nei parcheggi improvvisati appositamente per l‘evento. A fine serata si trovavano intere file di auto vuote parcheggiate con serrature forzate o finestrini rotti.Casi simili si sono verificati anche in occasione dell’Holy color a Vicenza e al parco acquatico di Padovaland, a Padova.

Il caso più eclatante riguarda invece l’attesissimo concerto di Paul Kalkbrenner, svoltosi nella serata di sabato 5 settembre a Treviso, presso l’Home, il festival della musica. Ad una ventina di metri di distanza dal palco, a pochi minuti dall’inizio del concerto, due complici hanno spruzzato il gas lacrimogeno tra la folla trasformando anche questa serata in uno scippo-party.

Il punto di soccorso medico del festival era intasato. Una quindicina di persone sono state soccorse perché intossicate o ferite dallo spray.Tra le vittime della bravata era stato coinvolto un ragazzo di 23 anni, allergico al peperoncino, che, fortunatamente, ha ricevuto in tempo le adeguate cure e non ha riportato danni permanenti.

Dalle descrizioni fornite dalle vittime presso il punto di soccorso è risultato che gli autori del colpo sono due ragazzi, uno in felpa blu e uno con capelli ricci e maglione a righe, i quali sembrano essersi dileguati tra la gente.

Ormai è finita l’estate ma con ottobre c’è anche la festa di Halloween: cosa fare? La notte dei mostri rischia di diventare solo l’ultimo nome sulla lista degli scippo-party.

Segui la nostra pagina Facebook!