Anche se in questi giorni fa scalpore emolticlick sul web la news sul presunto Grande Fratello pilotato, possiamo dirlo a voce alta: gli esperimenti sociali sono la moda e la tendenza del momento. In gergo antico (frutto dell'exploit degni anni'50) "candid camera" e che ora invece stato ribattezzato come "esperimento sociale" (oppure "prank" in inglese), rappresenta un vero ciclone che sembra non esaurirsi come tutte le mode che vediamo sfilare sul web.

Sfruttando infatti una certa originalità (e anche una grande faccia tosta), seppur retrò, si possono trovare in rete (in gran parte su Youtube) migliaia di scherzi che mettono a dura prova le"vittime" di turno, travolte da un sentimento misto tra incredulità e imbarazzo, tradisprezzo e rabbia.

Dallo scherzo stile "supercazzola" a situazioni estreme nella quotidianità, dal supermercato alla farmacia, dalla strada al centro commerciale. Negli Stati Uniti è il boom del momento come rank di visite (e di profitti per gli abili e arruolati che si cimentano in questo mestiere da Youtuber), in Italiasono giunti alla ribaltacon ancora maggiore forza e se così si può dire, originalità..

L'esportazione del modello americano in Italia

Negli Stati Uniti hanno raggiunto l'apice del successo con la media di oltre 500.000 visite per video e normalmente, per chi ne ha fatto un vero e proprio mestiere (peraltro a giudicare dai video divertendosi parecchio), non ha lesinato sulla quantità.

Ad esempio, solo per citarne dei più celebri, come Jack Vale, "esperto" pluriennale in simulazioni aerofaghe in tutte le salse tramite una pompetta che riproduce fedelmente suoni annessi e connessi provenienti (almeno così si vuole far credere) dal posteriore, avrebbe guadagnato migliaia di euro (o di dollari) costantemente ogni mese. Oppure il canale di FouseyTube. in cui in un video in cui fa convincere i bambini sull'esistenza dell'uomo ragno ha raggiunto le 100.000.000 di visite!

In Italia possiamo trovare due sottocategorie che hanno avuto successo: i fedelissimi del modello americano, il cui pioniere é Frank Matano e degnieredi i"TheShow", una coppia di amici che ha saputo mettere in piedi una struttura di regia, tale da renderli dei professionisti del settore, consentendo loro di aggiudicarsi di recente l'ambito "WebShow Awards 2015"; oppure i "Relative" o il singolo "Kevin Believe", tutti con guadagni e popolarità sul web crescenti,tanto da essere considerati come star.

Invece, c'è chi ne ha fatto un business ancora più esteso, esportando il modello americano in Italia, per poi riportarlo negli Stati Uniti. In questo caso, pranker come la"DM Pranks Production", hanno allargato le platee puntando sul genere horror, spesso al limite della follia umana (e forsedi cattivo gusto), sfruttando la paura crescente del malcapitato di turno.

Ma come spiegarel'enorme successo su Youtube, paragonabile alle visite dei più celebri personaggi dello spettacolo?

Di certo, con tutte le notizie sul terrorismodi ogni giorno,lo spettatore medio è alla ricerca di qualcosa di comico, conuno svago senza aspettative, e spesso privo di una certa sofisticatezza culturale, anche se talvoltavengono trattati temi sensibili. Nella semplicità, gli autori delle gag ci hanno in ogni caso visto giusto. Hanno saputo raccogliere i frutti in retecon un divertimento praticoma efficace che in molti, moltissimi a giudicare dalle visite, hanno la curiosità di scoprire ogni giorno.

Segui la nostra pagina Facebook!