Secondo le ricerche Istat diffuse a fine 2016 il numero dei single è più che raddoppiato negli ultimi vent’anni, raggiungendo la cifra record di circa 8 milioni di persone. Forse non è un caso il fatto che anche il fenomeno del dating online abbia raggiunto grandi numeri: chi è in cerca dell’anima gemella per la vita, o anche solo per una sera, si rivolge sempre più spesso al mondo virtuale.

Secondo recenti studi sono più di 33 milioni i single in Europa che si danno appuntamenti e si incontrano, di questi 8,7 milioni sono italiani, ed è proprio qui che il settore della Love Economy è arrivato a toccare i 6 miliardi e mezzo di euro.

L'aumento del numero dei single e crescita esponenziale del fenomeno di siti e app di incontri hanno contribuito alla nascita di tantissimi canali diversi online: dai più famosi, come Meetic e Tinder, a quelli che cercano di andare incontro ad esigenze specifiche. Uno dei primi problemi del single alla ricerca dell’amore online è quindi quello di districarsi in una vera e propria giungla di offerte; ci si affida allora sempre di più al web per fare chiarezza, alla ricerca di classifiche, consigli e dritte per trovare il mezzo più adatto alle proprie esigenze.

La ricerca

Una delle ricerche più recenti è quella di QualeScegliere.it, un portale online che mette a disposizione consigli pratici, guide utili, recensioni, classifiche e molto altro per facilitare l’esperienza dei consumatori digitali, sia per i prodotti, sia per i servizi. Il portale ha messo a confronto alcuni dei più importanti siti di incontri, chiarendo quali sono i parametri da tenere bene a mente per trovare la soluzione più adatta.

I risultati mostrano che alcuni parametri sono fondamentali e da tener ben presenti fin dal primo approccio. Perché un errore di valutazione in questa primissima fase può portare a perdite di tempo e a risultati deludenti.

Tra i parametri prima di tutto l'età

La ricerca di ha dimostrato che, a seconda delle generazioni interessate, possono cambiare l’aspetto dei siti, le possibilità di interazione che offrono e, più in generale, le scelte in termini di comunicazione.

Per chi è giovane, e magari non ha grandi possibilità economiche, la soluzione potrebbe essere LovePedia, un servizio gratuito, per la ricerca di tutti i tipi di relazione e provvisto anche di una sezione dove scambiare idee, pensieri e opinioni. Se si hanno tra i 30 e i 50 anni, invece, e si è alla ricerca di una relazione più seria, il canale adatto potrebbe essere Parship, un sito per i più romantici e per un pubblico maturo.

Chi sta cercando solo un’avventura, o anche una scappatella, si può rivolgere a Badoo (dai 18 ai 30 anni) o a Lovoo (over 30). Il sito più generalista, adatto a tutte le età e indicato per tutti i possibili tipi di relazione, resta comunque Meetic. L’età migliore per accedervi è quella dai 30 anni in su. Ci sono canali che richiedono la compilazione di questionari e altri che puntano su modi di approccio più diretti (scambio di foto, chat, invio di oggetti virtuali).

QualeScegliere.it ha stabilito che il prezzo medio di un abbonamento può andare dai 10 ai 30 euro mensili, anche se le donne spesso sono privilegiate rispetto agli uomini, con sconti dedicati. Una volta scelto il canale adatto e trovata la persona che ci ha conquistato online, arriva poi il momento del primo appuntamento, quando il dating abbandona finalmente la dimensione virtuale e torna in quella reale.

Come affrontare il tanto atteso e temuto primo incontro? Con naturalezza, voglia di aprirsi e curiosità.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto