Malgrado il giro di vite previsto dal Comune di torino, che ha emanato una direttiva più stringente in tema di limitazioni al traffico, anche nella giornata di lunedì 20 febbraio i livelli di PM10 sono stati superiori alla quota di 50 mcg/m3 tanto che da Palazzo di Città è stato emanato un nuovo blocco per i veicoli diesel Euro 4, anche per la giornata di martedì 21 febbraio.

E le previsioni dell'Arpa sono tutt'altro che rosee, se consideriamo che il report giornaliero di ieri, dà come previsione quota 84 per la giornata odierna e quota 76 per mercoledì.

Questo significa che, esattamente come lo è stato ieri, anche per i prossimi giorni si prospetta il blocco della circolazione per i veicoli fino all'euro 4 almeno sino a giovedì, ma è facile ipotizzare che lo stallo durerà tutta la settimana. Del resto la nuova delibera antismog 00117/112 parla chiaro, in caso di livello 1 giallo, ovvero superamento per 7 giorni consecutivi del limite dei 50 mcg/m3, il blocco coinvolgerà tutti i veicoli diesel con omologazione precedente ad Euro 5, sia per il trasporto di persone che per il trasporto merci (con la variante della finestra di utilizzo per questi ultimi dalle 14 alle 16, ndr).

Pericolo livello 2 arancione

Ciò che maggiormente preoccupa, a questo punto, è che possa scattare il livello 2 arancione, ovvero 3 giorni consecutivi oltre i 100 mcg/m3, in questo caso, a fermarsi saranno tutti i veicoli diesel, anche quelli usciti dalla concessionaria la settimana scorsa, tanto per intenderci. Com'è noto, la normativa contro l'Inquinamento prevede anche il calo di 2°C (o in alternativa lo spegnimento per due ore, ndr) dei riscaldamenti negli edifici pubblici, nonché il divieto di bruciare residui vegetali.

Come sappiamo, molti a Torino hanno storto il naso in merito a questa vicenda, lamentando l'inefficienza del trasporto pubblico, che al momento non può essere una valida alternativa all'automobile. Da questo punto di vista, è di ieri il post su facebook del sindaco Chiara Appendino che annuncia l'arrivo di 20 nuovi autobus elettrici a disposizione della GTT, in attesa che il progetto relativo alla Metro 2 prenda corpo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto