Quest'anno si è svolta la ventunesima edizione dell'edizione di Miss Trans Italia. La location del concorso è stata Torre del Lago, una frazione di Viareggio in provincia di Lucca. La ventunesima edizione del concorso Miss Trans Italia è stata dedicata tutta a Don Andrea Gallo (morto il 22 maggio 2013 a Genova) sacerdote schierato sempre in favore del riconoscimento dei gay. In questa occasione il sindaco di Viareggio, Leonardo Betti, ha comunicato che intitolerà Viale Europa di Torre del Lago, simbolo della movida gay, a Don Andrea Gallo.

Pubblicità
Pubblicità

Madrina dell'evento è stata Alba Parietti, grande amica di Don Gallo e grande sostenitrice dei diritti omosessuali. Dalle notizie di Gossip qua e là in giro per la rete, pare che la Parietti, abbia esordito richiamandosi agli insegnamenti avuti da Don Gallo circa il fatto che la comunità gay è capace di grandi battaglie pur di mantenere la propria identità. E non finisce qui, Alba Parietti continua dicendo che il concorso di Miss Trans Italia è un modo per far sì che cresca la tolleranza verso il "diverso" visto secondo i nostri canoni di vita e continua dicendo che essere transessuale non è una scelta ma un destino.

Pubblicità

La madrina della serata, Alba Parietti, tessendo le lodi di Don Gallo, il quale l'ha portata a riconciliarsi con la chiesa, conclude dicendo che tutti loro continueranno a ricordare Don Gallo che non morirà mai nei loro cuori.

Ma torniamo alla gara, la vincitrice di questa ventunesima edizione del concorso Miss Trans Italia è Alessia Bergamo, ventisettenne nata in Sicilia ma trasferitasi a Bergamo. Alessia Bergamo fu cacciata di casa all'età di 17 anni perché la famiglia non voleva che cambiasse sesso ma alla fine la tenacia della ragazza ha fatto sì che i genitori l'accettassero. Ed ora la vediamo alla ribalta del gossip per la sua bellezza e il suo modo di essere.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto