La showgirl umbra dopo un breve periodo di riabilitazione e dopo l'illuminazione avuto durante il pellegrinaggio alla Madonna di Medjugorje, è tornata su tutte le pagine dei rotocalchi per la richiesta dei suoi legali di far deporre al processo "Confessioni Private" di Sara Tommasi, l'ex Premier Silvio Berlusconi.

I legali della soubrette di Terni hanno motivato la loro richiesta di testimonianza, dichiarando che il Cavaliere sarebbe persona informata sui fatti, in quanto Sara Tommasi avrebbe iniziato a prendere la cattiva strada durante le cene eleganti di Arcore.

Per questo motivo gli avvocati lo vogliono come testimone nel processo di stupro della bocconiana che avrà inizio a Salerno il 26 febbraio, mentre per il 10 aprile è previsto l'intervento di Silvio Berlusconi, dove ora anche con rito abbreviato il manager produttore, regista e attori del film hard sono stati arrestati per stupro di gruppo.

Insomma la difesa legale della chiaccheratissima showgirl sostiene che i disturbi del comportamento, della personalità, i problemi di tossicodipendenza, la mancanza di pudore e di morale siano stati causati dalle cattive frequentazioni dell'ambiente del Cavaliere.

Intanto l'attrice hard reo confessa, che nonostante le sue ultime scuse pubbliche per essere stata spesso fuori controllo e senza il limite del comune senso del pudore, tornata di nuovo libera, è stata in questi ultimi giorni paparazzata nel camerino di un negozio di Milano, dove ha regalato un sexy show e baci saffici con una sua amica.