Nella puntata di Chi l'ha visto, andata in onda mercoledì 19 febbraio, è arrivata la notizia che le gemelline scomparse, Alessia e Livia Schepp, sarebbero ancora vive e risiederebbero in Canada. Ma vediamo le ultime notizie in merito.

Nella puntata della trasmissione Chi l'ha visto, andata in onda il 19 febbraio su Rai 3 e condotta da Federica Sciarelli, è arrivata una lettera anonima nella quale si rivela che le due gemelline Schepp scomparse in Puglia nel 2011 sarebbero all'estero con dei nomi falsi. Secondo la lettera, scritta in un italiano molto sgrammaticato, le due gemelline sarebbero state portate in Canada grazie a dei documenti e dei passaporti falsi prodotti in una tipografia che si troverebbe a pochi chilometri di distanza dal luogo in cui il padre delle bambine si sarebbe tolto la vita.

Il mittente della lettera confessa inoltre di essere un ex dipendente della tipografia in questione che avrebbe prodotto anche altri documenti falsi per altre persone. Il mittente della lettera afferma anche di aver visto personalmente stampare i documenti falsi con le rispettive foto delle due gemelline.

La troupe di Chi l'ha Visto si reca in Canada

I giornalisti di Chi l'ha visto hanno subito preso in considerazione la pista del Canada anche perché una donna italiana tempo fa aveva menzionato il Canada come possibile luogo nel quale sarebbero state portate le gemelline. La troupe di Chi l'ha visto si è quindi recata in Canada alla ricerca delle due bambine in un paesino piccolissimo di nome Latouche, menzionato nella missiva, dove ha parlato con il sindaco, il prete e il preside della scuola ma delle piccole purtroppo non si è avuta nessuna notizia.

La troupe di Chi l'ha visto si è poi spostata ad Ottawa ma non ha potuto fare ricerche approfondite data la grandezza della città per cui ha lanciato un appello televisivo affinché chi abbia visto le bambine si faccia vivo.

La storia di Matthias Schepp e del rapimento delle gemelline

Matthias Schepp si è suicidato il 3 febbraio 2011 gettandosi sotto un treno in Puglia e precisamente vicino alla stazione di Cerignola.

Prima di suicidarsi però l'uomo ha inviato una lettera alla ex moglie nella quale la informava di voler uccidere le bambine. Quindi la polizia è subito partita alla ricerca delle piccole senza però ritrovare né loro né i loro corpi.

Alla luce della missiva inviata da una persona anonima a Chi l'ha visto si ritiene che la teoria dei passaporti falsi potrebbe essere plausibile anche perché Mathias aveva con sé 8 mila euro mentre la lettera inviata alla moglie conteneva solo 5.900 euro per cui ci si chiede che fine abbia fatto il denaro rimanente.

Al momento la lettera anonima sarebbe al vaglio degli inquirenti che scoprire se le notizie fornite nella missiva che reca il timbro dell'ufficio postale di Bari siano credibili o meno. Di sicuro nella puntata del 26 febbraio, nella trasmissione Chi l'ha visto, condotta da Federica Sciarelli si tornerà a parlare del caso delle gemelline Schepp scomparse dalla Puglia nel 2011 e si cercherà di capire se Schepp possa avere dei parenti o dei contatti in Canada.

Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!