La protagonista della seconda puntata di Extreme Makeover Home Edition Italia è la famiglia Magrin vittima dei pregiudizi per la tradizione nomade dei giostrai. Le cause della loro discriminazione non è dunque la razza ma il lavoro e ad esserne vittime sono non sono Claudio e Cinzia ma anche le loro figlie Maira di 17 anni, Sharon di 14 anni e Rachel di appena 6 anni. Da sempre Claudio e Cinzia hanno vissuto senza una fissa dimora, da nomadi con tutti i giostrai. Vivono infatti in una roulotte attaccata a una casa su due ruote a Fermo.

La loro vita di stenti

Tutti i giostrai vivono insieme come una grande famiglia, una comunità.

Cinzia e Claudio si conoscono da quando erano bambini poiché viene accolto all'età di 12 anni dalla famiglia di Cinzia. Lui aveva perso la madre ed era abbandonato dal padre. La famiglia di Cinzia non era d'accordo al loro amore ma riescono a convincerli mettendo al mondo il primo figlio. Avevano solo 15 anni quando Maira è venuta al mondo. La loro vita continuava tra fiere, giostre e feste. Ma Claudio capisce di essere insoddisfatto e voler dare stabilità alla famiglia. Claudio riesce a mettere i soldi da parte e dopo l'arrivo della seconda figlia comprano un terreno nelle Marche, a Fermo dove posizionano la roulotte e lui comincia a lavorare per una fabbrica di scarpe. Claudio con l'arrivo della terza figlia vorrebbe costruire una casa ma purtroppo quel terreno non è edificabile. Il sogno svanisce.

I migliori video del giorno

Le figile che soffrono i pregiudizi non hanno amici perché hanno paura di rivelare la loro abitazione.

Maira scrive alla redazione di Extreme Makeover Home Edition Italia

A scrivere alla redazione di Extreme Makeover Home Edition Italia è stata la figlia più grande Maira con l'unico desiderio di aiutare i genitori a realizzare il loro sogno e a dare un futuro migliore anche alle sue sorelle. Ora grazie ad Extreme Makeover Home Edition Italia avranno quattro mura in cui vivere felici tutti insieme e ospitare i loro amici.