E' morto all'età di 74 Richard Kiel, l'attore che aveva interpretato lo Squalo nella premiatissima saga di James Bond. L'attore sarebbe deceduto al Saint Agnes Medical Center di Fresno, in California dove era ricoverato da una settimana per colpa di un'infortunio ad una gamba. Richard Kiel lo ricordiamo oltre al suo possente fisico dovuto ad una patologia rara chiamata acromegalia, anche per la sua interpretazione del personaggio Squalo nella saga di James Bond.

Pubblicità
Pubblicità

L'attore americano infatti ha recitato in ben 2 film, il primo la "Spia che mi amava" e in "Moonraker - Operazione spazio". Ma la carriera di Richiard Kiel è stata costellata di vari ruoli, il suo debutto come attore fu in un episodio di Laramie del 1960 chiamato "Street of Hate". Ha interpretato anche in un unaired Tv-pilota con i supereroi di Lee Falk The Phantom, interpretando un assassino di nome "Big Mike" ingaggiato per eliminare l'eroe principale.

Pubblicità

Nel 1962 Richard Kiel debutto nel B-movie Eeagh, collaborando anche come coautore, produttore e attore nel film "The Giant of Thunder Mountain". E' apparso anche nella prima stagione di "The Wild, Wild, West" nelle vesti del possente e letale assistente Voltaire. Successivamente appare in un'altro ruolo nell'episodio "La notte del terrore Simian", nelle vesti del figlio emarginato di una famiglia benestante, esiliato a causa dei difetti di nascita che non colpivano solo il suo aspetto, ma che influenzavano anche la sua mente.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cinema

In questo ruolo Kiel ha la possibilità di agire realmente, invece di usare uno sguardo intimidatorio.

Lo ricordiamo anche nel primo episodio di "The Man from U.N.C.L.E. - La vicenda Vulcan", Kiel interpreta questa volta una guardia nello stabilimento di Vulcano. Ha anche recitato il ruolo di Marry in "The Hong Kong Shilling Affair" trasmesso il 15 marzo del 1965. Grazie alla sua grande stazza fu scelto insieme a Arnold Schwarzenegger per il ruolo da protagonista nella serie TV del 1977 "L'incredibile Hulk".

Arnold Schwarzenegger fu escluso per colpa della sua altezza, troppo basso per interpretare il ruolo di Hulk, mentre Kiel partecipò alle riprese del pilot per la TV. Ma il povero Richard Kiel fu sfortunato, e durante la registrazione della serie i produttori decisero che il personaggio di Hulk doveva essere anche muscoloso e non solo "gigantesco".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto