Il 15 settembre è atteso il docufilm su Moana Pozzi, la diva per eccellenza del cinema a luci rosse. Tutte le edicole dello stivale saranno sicuramente assediate dai fans della star per commemorare i 20 anni della sua scomparsa. In questi giorni si è infittito il giallo intorno al contenuto del dvd, ma ora il Corriere della Seria, testata che ha intervistato il legale della famiglia Matera, produttore del film, ha chiarito ogni equivoco.

Moana Pozzi per l'ultima volta

I motivi dell'equivoco sono da imputare al film del dvd che sarà venduto in edicola a partire dal 15 settembre. Il titolo dell'opera è Moana … l'ultima volta, e sarà mandato in onda anche da Sky.

Tempo addietro venne invece ritrovata una pellicola dell'ultimo film di Moana Pozzi dal titolo L'ultima volta di Moana. Si tratta invece di un film per adulti che l'attrice girò 2 mesi prima di morire ed è rimasto inedito, recuperato dalla troupe di Lucignolo negli scaffali polverosi della Ideal, casa di produzione di cinema a luci rosse. La somiglianza dei due titoli ha fatto sì che molti fans credessero che dal 15 settembre avrebbero potuto acquistar in edicola questo vero e proprio cimelio di culto della più famosa attrice del cinema erotico. Invece non è così. Il dvd è un docufilm con tanto di interviste e curiosità sulla diva, con i personaggi che l'hanno conosciuta ed amata, oltre che immagini storiche delle sue apparizioni televisive che hanno segnato un'epoca.

Per quanto riguarda invece l'ultima sua fatica sui set bollenti del cinema per adulti, niente da fare.

I migliori video del giorno

Come dicevamo, nell'intervista all'avvocato Cianci, quest'ultimo spiega che la pellicola Moana … l'ultima volta, è custodita personalmente da lui ed è conservata nel caveau di una banca. Si è deciso di rispettare l'immagine di Moana Pozzi, visto che nella pellicola viene ritratta in avanzato stato della sua terribile malattia che di lì a pochi mesi se la porterà via. Ha inoltre aggiunto però che è in cantiere un progetto di restauro del film, dove verranno prese alcuni fotogrammi della pellicola e messe sul mercato online. Il ricavato sarà devoluto interamente in beneficenza.