Il Natale è arrivato anche a Fortutide, ma forse abbiamo sbagliato la tempistica. Vi spiego: la 7^ puntata della serie inizia con i festeggiamenti del Natale, le renne, le musiche, i cappelli di Babbo Natale...ma poi del Natale non se ne parla più, anzi, sembra che "l'estate sia alle porte", come decreta lo sceriffo Andersson, quindi, forse, noi siamo già arrivati all'epifania - che tutte le feste si porta via.

Si parte di gran carriera con le scene senza senso della serie: gli ubriachi al bar durante i festeggiamenti, i preparativi per la costruzione dell'albergo nel ghiaccio, il vecchio alcolista, al secolo Gambon, che si fa togliere il sangue, facendosi spiegare dal suo "amico" orientale che deve usarlo accanto al ragazzo dormiente: "come un acchiappasogni?".

Qualcuno di voi si è forse dimenticato del pervertito che cerca di fare ingrassare la sua compagna a tutti i costi? Eccolo che le fa visita portandole del latte condensato da ingurgitare, sempre con quel fare premuroso e tanto sospetto. Finalmente qualcuno si accorge che lo sceriffo, per aver barbaramente picchiato un uomo, anche se sospettato, in qualsiasi altro posto tranne Fortitude, sarebbe stato rimosso dall'incarico e aperta un'inchiesta.

La scoperta geniale arriva proprio dalla madre della donna grassa (o fatta ingrassare), che, purtroppo, sarà vittima dello stato di incoscienza della figlia, che, prima la tramortisce con una statuetta, e poi la squarta con una forchetta, per vomitare dentro le sue viscere quello che sembra essere albume d'uovo, in realtà non si sa cosa possa essere.

I migliori video del giorno

Poi c'è il vecchio alcolizzato, che si decide a sviluppare le foto del giorno in cui ha creduto di ammazzare un orso, e trova la foto di un braccio mutilato legato dalle manette, che ovviamente, non possono essere le sue. C'è il detective Morton, che va a parlare con Yuri, un russo ladro di documenti, che svela che tutti, a Fortitude, proteggono Eric, poliziotto e marito della governatrice, unico colpevole della morte dell'uomo sbranato dall'orso. Cioè: un ricercatore è stato trovato morto in casa sua, praticamente squartato, e loro cercano l'assassino di una vittima degli orsi?

Non si fa in tempo a ragionare su questa banale domanda da thriller, che arriva l'ex moglie del ricercatore che comunica alla governatrice che sta per tornare nel continente...dopo averlo annunciato già dalla 3^ puntata, alla 7^ si decide a togliere le tende, comunicando all'amica di essere l'ex amante di Eric. Niente, comunque, potrà rovinare la festa in programma per quella sera. La governatrice, ferita dalle rivelazioni sul marito, non si presenterà, mentre lo sceriffo Dan Andersson farà un discorso memorabile nel quale ricorderà al mondo che " Quando si pensa a Fortitude si pensa al ghiaccio, agli orsi, alle montagne"...e a cos'altro vuoi pensare lì, in un posto dimenticato da Dio?

Mentre tutti festeggiano queste grandi rivelazioni, a cui nessuno di noi aveva osato minimamente pensare prima, il bambino, probabilmente colpevole dell'omicidio del ricercatore, è ancora in ospedale, e c'è un morto in più nella piccola comunità di Fortitude, dove non si può morire: lo vieta la legge.