Ogni fiction programmata su Canale 5 diventa oro, o quasi. Il discorso vale sicuramente per Le tre rose di Eva 3 che continua ad attirare consensi tra il pubblico, superando addirittura nell'ultima puntata andata in onda il 17 aprile i 3 milioni e mezzo di spettatori, numeri spaventosi. L'attesa per la prossima puntata del 24 aprile, che sarà mandata in onda ovviamente su Canale 5 alle 21.10, dopo la puntata di Striscia la Notizia, è davvero .

Ruggero riuscirà a salvarsi?



Nell'ultima puntata uno dei protagonisti della serie, Ruggero, interpretato dall'ottimo doppiatore Luca Ward, viene sparato. La prima domanda alla quale rispondere è chi fosse il colpevole, che verrà svelato nel corso della stessa puntata che andrà in onda il 24 aprile su Canale 5. Dopo un primo momento in cui si teme davvero il peggio, Ruggero riuscirà a salvarsi. Non tutti i mali vengono per nuocere, infatti dopo questo avvenimento, Aurora si avvicinerà molto al Camerana, chiamandolo addirittura per la prima volta papà, una gioia indescrivibile per lui.

Alessandro riuscirà a fidarsi di Aurora?

Un fattore che certo non manca alla serie sono i misteri ed i colpi di scena, spesso davvero insospettabili ed avvincenti che mettono in discussione ogni personaggio, anche quello più impensabile. E' quello che avviene proprio nella seguente puntata. Aurora, infatti, sosterrà di riuscire ad ascoltare la voce di sua madre Rosa Gori, registrata su un nastro di un registratore da lei apposto nella stanza. Dello stesso avviso anche Davide, il tutto rende la trama sempre più misterioso, soprattutto la figura di Rosa. Alessandro, nonostante tutto, proverà a restare il più vicino possibile alla sua amata Aurora, vivendo insieme alla piccola Eva una vita più normale possibile. Il colpo di scena è però servito: Aurora, attraverso la registrazione, svelerà qualcosa che riguarda un personaggio davvero insospettabile, Alessandro riuscirà ancora a fidarsi di Aurora?



Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle
Anticipazioni le tre rose di Eva 3? Clicca sul pulsante Segui, poco più in alto del titolo.