Tempi duri per l'edizione di "Uomini e donne" dedicata alle persone mature. Infatti, i dati auditel relativi alla messa in onda delle prime due puntate del cosiddetto Trono Over, non sono per niente esaltanti, e stanno suscitando un po' di preoccupazione nella produzione del programma e anche in casa Mediaset. Le vicende di dame e cavalieri, già nella scorsa edizione, avevano accusato un netto calo rispetto al Trono Classico, spingendo Maria De Filippi a ridurne la programmazione da tre a due appuntamenti settimanali, privilegiando la versione "giovane". Con l'avvio della nuova stagione, partita subito forte con la tormentata storia d'amore tra Gemma Galgani e Giorgio Manetti, si pensava ad una rapida ripresa dello share, invece si è confermata una certa disaffezione del pubblico.

Trono Over, da quando sono andati via i "senatori" ha perso appeal

Fin dallo scorso anno, "Uomini e Donne" Over aveva cominciato a segnare il passo in termini di auditel. L'uscita di scena di alcuni "senatori" del programma quali Giuliano Giuliani, Barbara De Santi, Antonio Jorio ed Elga Profili, era coincisa con una tendenza verso il basso dello share. In quell'occasione, la conduttrice Maria De Filippi, d'accordo con i vertici Mediaset, aveva deciso di concedere più spazio al Trono Classico. Quando si parlava di un'imminente chiusura per l'edizione dedicata alle persone più adulte, ecco spuntare la storia tra Gemma e Giorgio che riaccese l'interesse dei telespettatori. Le ultime puntate della stagione 2014-2015, infatti, furono in crescendo proprio grazie alle vicende amorose della signora piemontese, che erano riuscite ad ottenere una certa attenzione mediatica.

I migliori video del giorno

Probabilmente, dopo un'estate trascorsa a seguire (volenti o nolenti) le vicissitudini della coppia Gem-George, tra rivelazioni più o meno "scottanti", i fans di "Uomini e Donne" si sono un po' stufati e annoiati e l'hanno dimostrato con lo scarso seguito che hanno avuto le prime puntate di questa nuova tornata. Inoltre, la mancanza di altri personaggi carismatici e singolari, com'erano i già citati Antonio, Giuliano, Barbara ed Elga, avrebbe contribuito ad accentuare il calo d'ascolti. A questo punto, per evitare che "l'emorragia" di telespettatori diventi incontrollabile, com'è accaduto per lo scorso anno, Maria De Filippi ha pensato di portare a tre le puntate settimanali del Trono Classico che quest'anno vede come protagonisti Silvia Raffaele, Amedeo Barbato e Gianmarco Valenza, riducendo quelle del Trono Over a due settimanali. Nel frattempo, però, la redazione dello show studierà eventuali cambiamenti da apportare ad una formula, quella dedicata a dame e cavalieri, che dopo i fasti degli anni passati non riesce più a decollare.