I fatti hanno avuto inizio nella puntata del 19 gennaio scorso, durante la quale sono stati presentati i nuovi partecipanti all'Accademia della Moda di Detto Fatto, ognuno dei quali ha portato in trasmissione un proprio abito. Ebbene, tra questi c'era anche la concorrente di nome Federica, presentatasi con un abito nero, elegante e molto bello ma, a detta di colei che successivamente ne affermava di essere l'ideatrice, non di sua ideazione. Immediatamente dopo, infatti, la stilista Antonella Cupparo ha deciso di scrivere sui social, per contestare quanto accaduto in trasmissione e affermare che quell'abito era identico ad una sua ideazione. Un'affermazione di plagio dunque.

Pubblicità

Nella puntata odierna, la concorrente Federica, già a conoscenza dell'accaduto, alle parole introduttive della Balivo, ha replicato "si dice, ma non è la realtà", non aspettandosi probabilmente che la presentatrice del programma chiamasse in studio proprio la stilista, per far sentire anche le sue ragioni; a quel punto, infatti, Federica è sembrata piuttosto sorpresa quando Antonella Cupparo è entrata in studio, accompagnata dal suo abito, a suo dire, "originale".

In verità, oltre alla notevole somiglianza dei due capi, la Cupparo ha esposto in trasmissione altri fatti importanti che avvalorano la sua tesi: lei e Federica si conoscono già da due anni, a conferma di ciò anche alcune foto portate in trasmissione, dai tempi di una sfilata alla quale la concorrente avrebbe partecipato come blogger.

Successivamente, la concorrente avrebbe chiesto alla stilista di farle avere un suo abito, in cambio dell'articolo scritto sul suo blog. Oltre a questo, si è notato, a detta delle persone presenti in trasmissione, una notevole corrispondenza tra i due abiti, differenti soltanto nel dettaglio della passamaneria. A questo punto, la concorrente Federica, pur non ammettendo una vera e propria copia dell'abito originale, ha affermato di averlo reinterpretato, accusando comunque la stilista di aver denunciato i fatti solo per ottenere un po' di pubblicità gratuita; in realtà, Antonella Cupparo, stilista già alle prese con proprie sfilate, è stata contattata dalla redazione di Detto Fatto ed invitata in trasmissione unicamente per capire quale fosse la verità.

Pubblicità

Restiamo ora in attesa che il tutor dell'Accedemia della Moda, Gianni Molaro, prendendosi qualche giorno, decida sul futuro della concorrente, che con un simile comportamento, poco trasparente, non si è attenuta alle direttive: presentarsi con un abito originale che rappresentasse il suo stile. Secondo l'ospite, infatti, il semplice fatto di aver cambiato le applicazioni di passamaneria non significa reinventare, ma copiare. Le reazioni della Balivo e di Giovanni Ciacci sono state ancora più esplicite: la prima ha affermato che un abito copiato non sarebbe mai stato ammesso in trasmissione; il secondo invece, ha esplicitamente detto: "Molaro è stato anche troppo buono, io l'avrei già mandata a casa...

Quella si chiama copia... Io l'avrei già cacciata".