Sembrano esserci delle novità in arrivo per la terza fase del talent show "Amici di Maria De Filippi". Come rivelato dalla stessa Maria nella puntata di sabato 20 febbraio, una delle novità riguarderà i direttori artistici che non saranno più due, come negli anni passati, ma quattro. I nomi di tutti i coach verranno comunicati nel corso della puntata che andrà in onda il prossimo 27 febbraio, ma già sul web inizia a girare voce che ad affiancare le quasi confermate Emma Marrone ed Elisa ci saranno il rapper noto con il nome di J-Ax ed il conosciutissimo Nek. 

J-Ax e Nek saranno davvero i nuovi direttori artistici?

Non ci sarebbe da meravigliarsi se le voci riguardanti J-Ax fossero vere, dopo gli ultimi avvenimenti e le recenti affermazioni del cantante in merito all'abbandono della poltrona del talent "The Voice".

Pubblicità

Inoltre, non bisogna dimenticare le sue recenti apparizioni ad "Amici di Maria De Filippi" che hanno fatto pensare sempre più ad un suo imminente sbarco tra i direttori artistici del talent show. Pensieri e voci molto simili si rincorrono anche per quanto riguarda Filippo Neviani, conosciuto con il nome d'arte di "Nek", che avrebbe rifiutato la proposta della produzione di "The Voice", per accettare quella di Maria De Filippi. Che si tratti di una bufala o di una notizia certa lo scopriremo nel corso della puntata che andrà in onda sabato 27 febbraio, durante la quale dovrebbero venire alla luce i nomi di tutti e quattro i direttori artistici che ci accompagneranno in questa terza fase di "Amici 15".

J-Ax abbandona "The Voice"

L'abbandono della poltrona di "The Voice of Italy" da parte di Alessandro Aleotti, meglio conosciuto col nome di J-Ax e famoso da sempre per i suoi testi, non sembra essere stato un evento casuale o accidentale, ma una decisione presa con fermezza dopo le sue esternazioni: "Auguri a trovare qualche mio collega disposto a lavorare con voi. I professionisti non lavorano con i dilettanti". Ad ogni modo il rapper ci ha tenuto a ringraziare la Rai, il direttore di rete ed il capostruttura di RaiDue, specificando che il suo abbandono è dovuto ad un comportamento poco limpido da parte della produzione di "The Voice".

Pubblicità