Annuncio
Annuncio

Le ultimissime anticipazioni del palinsesto Rai ci rivelano che il 15 ed il 16 febbraio su Rai 1, in prima serata, andrà in onda la nuova fiction con Beppe Fiorello in due puntate il cui nome è Io non mi arrendo. Essa sarà diretta da Enzo Monteleone e racconterà dello sversamento dei rifiuti tossici in Campania in quella che è definita adesso 'La terra dei fuochi'. Fiorello interpreterà un personaggio ispirato a Roberto Mancini che fu il primo poliziotto che iniziò ad indagare sui drammatici fatti che accadevano in Campania.

Io non mi arrendo: la storia della fiction

La fiction Io non mi arrendo narrerà la storia di Marco Giordano, un vicecommissario che sarà chiamato ad indagare su fatti di usura accaduti in una Banca di Fondi.

Annuncio

L’uomo conoscerà quindi Gaetano Russo, un avvocato di periferia, che cercherà di mettere le mani su terreni di scarso valore agricolo. Marco si chiederà quindi il perché l’avvocato voglia concludere tali affari e , grazie all’aiuto del piccolo Vincenzino, scoprirà l’amara verità ovvero che quelle terre saranno utilizzate per lo sversamento dei rifiuti tossici. Giordano, quindi, inizierà ad indagare su tali fatti e nel corso degli anni conoscerà una donna di nome Maria, interpretata da Elena Tchepeleva, della quale si innamorerà. Il vicecommissario poi la sposerà e da lei avrà una figlia di nome Martina.

Fiction Io non mi arrendo: trama

Marco continuerà per decenni le sue indagini sui rifiuti tossici sversati illegalmente e nel farlo sarà aiutato dai suoi colleghi.

Annuncio
I migliori video del giorno

L’uomo, però, avrà delle difficoltà davvero enormi ad indagare su Russo in quanto l’avvocato avrà molto denaro a sua disposizione per mettere tutti a tacere e avrà soprattutto degli agganci di tutto rilievo nel mondo dell’ amministrazione pubblica e politica. Si scoprirà poi che Russo controlla un ingente territorio ma, Marco, nonostante tutto riuscirà a raccogliere moltissime notizie sul caso attraverso anni di appostamenti ma anche di intercettazioni. Succederà infine che Vincenzino morirà a causa della contaminazione delle falde acquifere, dell’aria ma anche della terra provocata dalle discariche. Giordano, quindi, per far sì che tutto finisca e che altra gente non debba perire in modo tanto atroce, deciderà di portare Russo in tribunale per farlo incriminare e ledere così tutti i suoi traffici.

Annuncio

Per tutte le anticipazioni sulle prossime fiction di Rai  e Mediaset, premere ‘Segui’ in alto a destra.