Quando gli efferati omicidi e le battaglie legali su eredità e TeleGatti non tirano più, bisogna pur inventarsi qualcosa per cercare di risalire la china dell'Auditel... magari, l'ennesimo siparietto trash: questa è un po' la situazione in cui si trova da alcune settimane il contenitore feriale di Canale5 Domenica Live, condotto dalla indefessa Barbara d'Urso. Fra una parente di Gino Bramieri e il tran-tran legale della ex moglie di Totò Schillaci, a fare capolino negli studi di Cologno c'è anche Alberico Lemme: un farmacista che rivela di aver ideato delle diete fantasmagoriche e che promettono dimagrimenti idilliaci.

Da alcune settimane negli studi di Barbarella si racconta tutto questo con la partecipazione di un parterre de rois di opinionisti del calibro de il "Bucatino" di Ciao Darwin, ex tronisti di Uomini e Donne e la immancabile Velona di Striscia la Notizia.

Lo schiaffo (e le Palle) di Lemme

Le varie ospitate del farmacista Lemme vengono arricchite dai soliti stralci di giornalisti (perché Domenica Live è sotto testata giornalistica, ricordiamolo), servizi con telecamere nascoste e l'apparizione dei vari prodotti ideati e commercializzati dal signor Lemme.

Fra i più quotati ci sono le cosiddette "Palle di Lemme" (dei cioccolatini) e il prodotto diuretico "CacaLem - Cachi poco ma cachi" (se ve lo state chiedendo, è proprio questo il nome del prodotto). E in questo tourbillon di eleganza, nella puntata di domenica 15 maggio è successo l'impensabile: due robuste donne sedute fra il pubblico, si sono alzate dalla gradinata, si sono avvicinate alla poltrona di Alberico Lemme e l'hanno schiaffeggiato in due differenti occasioni. Il siparietto è stato concluso dalle vane ammonizioni di Barbara d'Urso (con faccette annesse).

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie TV

Lemme, Barbara d'Urso e lo schiaffo studiato a tavolino?

E se tutto questo siparietto delle giunoniche signore che hanno schiaffeggiato Alberico Lemme fosse stato un siparietto costruito a tavolino? Questa è l'accusa che lancia Dagospia.it in un suo recente articolo a firma di Alberto Dandolo. Secondo il giornalista, infatti, a Mediaset si vocifera che la scenetta sia stata architettata ad arte per far parlare del programma e che le due signore coinvolte sono addirittura dellecomparse arruolate ad hoc.

Sarà vero?

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto