Dopo la lunga pausa estiva, ecco che da venerdì 9 settembre ritorna in onda su Rete 4 la trasmissione Quarto Grado, che tornerà ad occuparsi dei casi di cronaca nera rimasti irrisolti e dei nuovi gialli che recentemene hanno sconvolto e al tempo stesso appassionati l'opinione pubblica perché ancora avvolti da un'aura di mistero. Al timone del programma ritroveremo Gianluigi Nuzzi che anche in questa edizione sarà accompagnato dalla giornalista Alessandra Viero.

Ecco le novità di Quarto Grado

Dopo gli ottimi ascolti ottenuti nel corso della precedente stagione, con una media di circa due milioni di spettatori a settimana e più del 9% di share, la trasmissione si presenterà al suo pubblico con una serie di importanti novità che di sicuro non deluderanno gli spettatori.

Sì, perché Gianluigi Nuzzi ha anticipato che quest'anno verrà data maggiore importanza alle segnalazioni degli spettatori che potranno contattare la trasmissione durante la diretta tv del venerdì sera per inviare le loro segnalazioni oppure semplicemente per porre delle domande agli esperti che saranno presenti in studio per dibattere sui vari casi.

Gli spetttaori potranno commentare le puntate di Quarto Grado anche in diretta sui social: in particolar modo su Twitter con l'hashtag ufficiale del programma che lo scorso anno ha raggiunto quasi sempre le prime posizione della classifica degli argomenti più discussi del venerdì sera.

I casi della prima puntata di Quarto Grado

Le anticipazioni riguardanti la prima puntata di Quarto Grado in onda venerdì 9 settembre in tv rivelano che si tornerà a parlare del caso del piccolo Andrea Loris Stival, trovato morte e Sanra Croce Camerina: al momento la mamma del bambino continua ad essere in carcere in quanto ritenuta responsabile del terribile accaduto.

I migliori video del giorno

Ultime novità anche sul caso di Trifone e Teresa, la coppia di Pordenone uccisa all'esterno della palestra dove si allenavano. Non mancheranno le news e gli aggiornamenti sul caso della professoressa trovata morta quest'estate, Gianna Del Gaudio.