A pochi passi dalla finale gli autori del Grande Fratello vip hanno deciso di mettere ancora del pepe a questa prima edizione abbastanza chiacchierata e movimentata. Gli autori hanno ben deciso di dare la possibilità agli inquilini di Cinecittà di girare una soap opera. Gli inquilini dovranno fare tutto da soli, da registi, sceneggiatori e soprattutto attori. I vip decidono di dare ad Elenoire la possibilità di fare la regista della prima soap opera del #gfvip, ed Elenoire Casalegno decide di portare al suo fianco come aiuto-regista Gabriele Rossi, abbastanza furba considerando che Gabriele è un attore e quindi qualcosa di regia potrebbe anche masticarla.

GfVip la soap e la sceneggiatura che non piace a...

I due dotati di lavagna con fogli bianchi iniziano a scrivere la sceneggiatura ma una volta pronta pare che due compagni di avventura, i due destinati nella soap opera ad innamorarsi e baciarsi, non ci stanno. I due che secondo Elenoire e Gabriele dovrebbero arrivare a baciarsi sono Laura Freddi ed Andrea Damante. Questi ultimi pare non l'abbiano presa per niente bene, rifiutando immediatamente il 'ruolo' per cui sono stati 'selezionati'. Sia Laura che Andrea fuori dalla casa, nella vita reale, sono impegnati sentimentalmente, ma evidentemente nonostante quello della soap sia un gioco è una cosa che li turba parecchio.

GfVip e 'gli altri'...

Non conosciamo i dettagli sul compagno di Laura Freddi, poiché non si è mai visto in studio e soltanto la Freddi ha accennato a qualcuno dei suoi compagni di avventura di essersi innamorata di lui giocando a pallavolo, essendo lui il suo allenatore.

I migliori video del giorno

Ma del Damante e della sua girl ne abbiamo già le scatole piene. Lui ragazzo senza pugno e la sua ragazzina alla ricerca disperata di popolarità con ospitate da una trasmissione all'altra nella speranza di fare qualche ospitata in più in qualche discoteca di provincia. Sarà un'altra trovata degli autori per creare altre situazioni con la fidanzata del Damante? Speriamo decisamente di no vista la 'simpatia' insostenibile di quest'ultima.