Rimbalza di blog in blog la notizia secondo la quale #The Walking Dead sia una diretta conseguenza di  #Breaking Bed, una delle serie più osannate di tutti i tempi

Dopo aver parlato della seconda puntata della settima stagione di The walking Dead, facciamo un salto nel passato, a prima che Rick e la sua famiglia si trovassero nelle mani di Negan e succubi della sete di sangue di Lucille.

Infatti da giorni, tra i vari blog e le pagine social rimbalza la teoria secondo la quale sarebbe stata la purissima metanfetamina creata dal professor Walter White (interpretato magistralmente da Bryan Cranston). All'inizio della prima stagione, precisamente nella seconda puntata, il fratello di Daryl Dixon, l'ormai defunto Merl, afferma avere una riserva personale di quella stessa droga prodotta in Breaking Bad nota con il nome di Blue Sky.

Anche l'interloquire dei due fratelli sembra essere stato influenzato da Jesse Pinkman, tanto da supporre che quest'ultimo fosse il loro spacciatore di fiducia.

La tesi, pare essere avvalorata da altri elementi come la Dodge Rossa che Bryan Cranston ha regalato al figlio, la stessa di cui si ritrova alla guida Glenn; ma la prova regina sembra essere la presenza del primo zombie che avrebbe dato vita all'epidemia e che pare coincidere con l'afroamericano Gustavo “Gus” Fring, boss del narcotraffico nella serie consideata prequel: Breaking Bad.

Potrebbe sembrare una teoria un po' forzata, e sicuramente lo è considerando che gli elementi a supporto sono piuttosto blandi; si tratterebbe comunque di una possibile svolta, scoprire la causa di tutti i mali potrebbe aiutare a scoprire la soluzione in una serie che, ad oggi, non si capisce dove voglia andare a parare. 

A diramare questa notizia è stato un video targato Neflix; che sia solo marketing per il momento non è dato sapere.

I migliori video del giorno

I più si pongono solo domande senza riuscire a dare risposte, e anche se la notizia sta facendo il giro delle bacheche i commenti a riguardo scarseggiano, segno che persino la fandom non sa cosa pensarne.

Non ci resta che attendere.