Ancora sei giorni e Sanremo 2017 entrerà nel vivo. Lunedì 12 dicembre su Rai1, durante la trasmissione “Sarà Sanremo”, in diretta da Villa Ormond e condotta da Carlo Conti, verranno infatti ufficializzati i nomi dei venti cantanti che parteciperanno alla 67esima edizione del Festival, in programma tra il 7 e l’11 febbraio. Oltre i nomi della categoria Big, sapremo anche i nomi delle otto Nuove Proposte.

I candidati di Area Sanremo

Aisei selezionati tra i dodici aspiranti se ne aggiungeranno altri due provenienti da Area Sanremo, il “vivaio” del Festival. Questi i nomi in gara per Area Sanremo: Braschi, Andrea Corona, Marika Adele, Carlo Bolacchi, Carmen Alessandrello, Ylenia Lucisano, Valeria Farinacci e Diego Esposito.

In attesa, iniziamo a scoprire i candidati, partendo da Marianne Mirage. Nata a Forlì 27 anni fa, Marianne proverà a conquistarsi il Festival esibendosi in “Le Canzoni fanno male”. Alle spalle ha già il disco d’esordio, “Quelli Come Me”, dal quale è stato estratto il singolo Game Over. Il brano, dal titolo piuttosto esemplificativo, ricalca il tema del disco e il motto della giovane carriera di Marianne, che ha imparato che “se non lotti non ottieni nulla, e questo ha forgiato il mio carattere”. Ben noto al grande pubblico, La Rua, band pop/nu-folk di San Bendetto del Tronto, formatasi nel 2004 è stata tra i protagonisti di Amici nella scorsa edizione. A comporre il gruppo sono Daniele Incicco (chitarra e voce), William D'Angelo (chitarre), Davide Fioravanti (pianoforte, fisarmonica, glockenspiel), Nacor Fischetti (batteria, fx), Alessandro Mariani (chitarre, banjo) e Matteo Grandoni (contrabbasso, basso), con il songwriter nonché produttore Dario Faini a completare il gruppo.

Si esibiranno in "Tutta la vita questa vita”, brano scritto dallo stesso Faini e da Incicco.

"The Shalalalas": dalla fiction a Sanremo

Antonio Prestieri si presenterà sul palco come Maldestro. Nato a Napoli nel 1985, Maldestro è figlio del boss pentito Tommaso Prestieri, da qui la scelta di smarcarsi dal pesante cognome per coronare il proprio sogno di sfondare nella musica.

È il classico esempio di giovane cantautore all’italiana che vuole provare a sfondare senza passare dai talent, ma dalla ricerca della musica d’autore. Nato a Scampia, la musica gli è nel sangue da sempre, studia pianoforte dall’età di 9 anni, ha vinto il Premio Tenco nel 2013 e canterà “Canzone per Federica”.

Se qualcuno non conosce il gruppo de The Shalalalas, niente paura.

Con ogni probabilità avrete già sentito un loro lavoro, essendo gli autori della sigla de “L’allieva”, fiction andata in onda con grande successo su Rai1 nel mese di ottobre con Alessandra Mastronardi e Lino Guanciale. Sara Cecchetto, 28 anni, e Alessandro “Alex” Hare, 31, entrambi nati a Roma, a Sanremo cercheranno una vetrina inedita, essendo la stragrande maggioranza del proprio repertorio su brani in inglese. “Difficile” è il titolo forse non casuale del brano scelto per la grande occasione, ma niente paura. La canzone parla d’amore: “Racconta di quando – hanno detto i due - All'inizio di una storia, prima di cominciare a frequentarsi, uno non ci capisce niente”. Chiarissimo, no?

Sanremo 2017: ci manda i talent

Chiara Grispo, 19 anni, di Noventa Vicentino, è stata un’altra delle protagoniste di Amici 2015.

Di lei si è accorto anche un certo Francesco Zampaglione, che le ha scritto un brano su misura: “Niente è impossibile”. Infine, Tommaso Pini, fiorentino di Bagno a Ripoli, classe ’89, “puledro” di Raffaella Carrà nell’edizione 2014 di "The Voice of Italy", dove si classificò al terzo posto, al terzo tentativo con Sanremo. Si definisce figlio della musica degli anni ’80-90, ma guai a dargli del demodè, perché sebbene in “Cose che danno ansia” Tommaso se la prenda proprio con “i falsi miti” dei nostri tempi, da twitter in giù, la canzone si ispira a tonalità internazionali e moderne.

Segui la pagina Festival Sanremo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!