L' ottava stagione de Il Trono di Spade è purtroppo ancora lontana, ma questo non impedisce ai fans, ora che la lunga notte è arrivata, di ingannare l'attesa cercando nel web spoilers e su teorie.

George RR Martin, l'autore delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, saga da cui è stata tratta la serie televisiva della Hbo, ha lasciato numerose domande sugli Stark e su Grande Inverno a cui non sono state ancora fornite delle risposte. Molte di queste derivano da alcuni detti comuni che spesso abbiamo sentito pronunciare da alcuni personaggi.

E' una sorta di puzzle che Martin ci sta sfidando a risolvere. Dichiarazioni come "l'Inverno sta arrivando". "il Nord ricorda", "deve sempre esserci uno Stark a Grande Inverno", nel corso degli anni, hanno dato origine a numerose speculazioni e teorie. Questi modi di dire potrebbero aver preso vita da soli, così senza un particolare motivo, ma se partiamo dalla teoria di cui vi ho già parlato in questo articolo, che Grande Inverno sia stato costruito per imprigionare il Grande Altro, è molto probabile che la parola "Inverno" possa essere solo un altro modo per riferirsi a lui.

Il Trono di Spade, Grande Inverno ed i Re dell'Inverno

Nella Serie TV Il Trono di Spade e nei libri di Martin, non ci viene mai detto perché il castello degli Stark si chiama Grande Inverno. Luoghi come Capo Tempesta, Harrenhall, la Torre della Mano ed Approdo del Re, sappiamo che sono stati chiamati in questo modo per delle loro caratteristiche. Quindi perché nessuna spiegazione è mai stata fornita per Grande Inverno? Avrebbe senso, però, se il Dio dell'Inverno fosse stato letteralmente sconfitto in quel luogo ed il nome del castello potrebbe essere un ricordo del fatto che la lunga notte è finita e che l'inverno è stato sconfitto.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Serie TV Il Trono Di Spade

Potrebbe però anche indicare il punto esatto in cui l'Inverno è caduto. Inoltre, non sappiamo neanche perché gli Stark sono chiamati i Re dell'Inverno.Questo avrebbe senso se gli Stark mantenessero sostanzialmente il potere sul Dio dell'Inverno, ovvero il Grande Altro. Se hai governato l'Irlanda, potresti essere chiamato il re degli irlandesi. Se domini l'Inverno, quindi potresti essere chiamato il re dell'Inverno.

I detti degli Stark ne Il Trono di Spade

Ed ora passiamo ad esaminare i detti che spesso abbiamo sentito pronunciare dagli Stark:

  • L'Inverno sta arrivando: tutti i re e le regine si preoccupano di essere deposti, è il rovescio della medaglia. Un ottimo modo per mantenere il potere in una monarchia è quello di ricordare alle persone cosa potrebbe accadere se queste non si dovessero comportare nel modo corretto. Quindi perché uno dovrebbe inchinarsi ed essere un buon servitore degli Stark? Perché l'inverno sta arrivando. Sicuramente preferiresti trattare con gli Stark piuttosto che con l'Inverno, o meglio il Grande Altro.
  • Il Nord ricorda: gli dei imprigionati non muoiono certo di vecchiaia. Restano rinchiusi finché qualcuno non li libera. Ed è per questo che "Il Nord Ricorda" è una frase ripetuta molto frequentemente. Potresti aver pensato che il detto si sia sollevato come un grido di battaglia contro i Frey dopo le nozze rosse, ma un'attenta lettura mostra che questo detto precede tale sconvolgente evento. Dal romanzo di George RR Martin, Tempesta di Spade: Robb scosse la testa. "Anche se fosse così, Harrion non potrebbe mai perdonare apertamente l'assassino di suo padre. I suoi stessi uomini si sarebbero ribellati a lui. Questi sono uomini del nord, zio. Il Nord ricorda."
  • Ci deve sempre essere uno Stark a Grande Inverno: Ne Il Trono di Spade ci è stato detto più volte che "deve sempre esserci sempre uno Stark a Grande Inverno", ma nessuno ci ha mai spiegato perché. Forse è solo una buona strategia per dissuadere i Lord rivali dall'alimentare una ribellione. Ma quando sentiamo questo detto, per la prima volta, Ned è un signore del Nord a capo di una regione pacifica. I suoi alleati sono leali e non c'è nessuna avvisaglia di ribellione nell'aria. Inoltre Re Robert è appena arrivato a Grande Inverno ed ha portato con sé tutta la sua famiglia. Ma se ci fosse dell'altro? Non ci vengono forniti molti dettagli, ma questo modo di dire potrebbe avere a che fare con l'incantesimo che tiene imprigionato il Grande Altro. Sappiamo che gli Stark sono i discendenti Brandon il Costruttore, quindi, è forse necessaria la semplice presenza di uno Stark per mantenere i legami che impediscono a l'Inverno di fuggire.

Cosa ne pensate?

Il Trono di Spade ha ancora tantissimi segreti che devono essere rivelati, secondo voi quali significati potrebbero nascondere i detti degli Stark?

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto