Filippo Maria Fanti, in arte Irama, è approdato ad Amici di Maria De Filippi a talent già ben avviato. Il giovane cantante aveva raccontato, senza entrare troppo nei particolari, che la sua avventura con una casa discografica non era andata bene e per questo aveva deciso di presentarsi nel programma per ricominciare. Ebbene, la casa discografica che gli aveva proposto un contratto, ha voluto ricontattare Irama per proporgli di tornare a lavorare insieme. Vediamo qui di seguito com'è andato l'incontro.

Amici 17: la carriera di Irama

Irama, 23 anni, nel 2016 si era presentato a Sanremo nelle "nuove proposte" con il brano "Cosa resterà".

Con questa esperienza inizia anche la sua collaborazione con la Warner, la famosa casa discografica che gli propone un contratto e che gli fa pubblicare il suo primo album. Nello stesso anno, Irama partecipa anche al Summer Festival, vincendo la sezione Giovani con la canzone "Tornerai da me". Da quel momento, però, sembra che le cose non siano andate bene per lui. A parte qualche singolo, Irama non riesce ad avviare una vera e propria carriera nel mondo della musica. Per questo motivo decide, a inizio 2018, di presentarsi in una puntata del pomeridiano di Amici di Maria De Filippi, chiedendo un posto tra i cantanti. Davanti alla commissione di canto e al pubblico, Irama ha presentato alcuni suoi brani inediti [VIDEO]e tutti sono stati concordi nell'assegnargli un banco nella scuola.

Amici 17: la Warner torna da Irama ma lui non reagisce bene

Nel daytime andato in onda giovedì 3 Maggio su Canale 5, Marcello Sacchetta ha informato il pubblico che la vecchia casa discografica di Irama ha chiesto un incontro con il ragazzo.

Quest'ultimo ha, quindi, raggiunto una sala della scuola per parlare con Sara Andreani, direttore marketing della Warner Music Italia.

Irama ha iniziato a raccontare i motivi per i quali ha stracciato il suo contratto dicendo di aver rispettato i termini di quest'ultimo scrivendo e producendo dei brani, ma che il suo lavoro non è stato considerato. Nonostante avesse ripetutamente chiamato, scritto mail, nessuno gli ha mai dato una risposta e per un anno non ha potuto vedere pubblicate le sue canzoni. Le stesse canzoni che adesso sta cantando ad Amici e che stanno avendo un discreto successo.

"Sono stato trattato male, quando ho chiesto di voler fare un disco mi è stato risposto che non sono Michael Jackson e che devo stare con i piedi per terra. Alcune delle canzoni che sto portando in questo periodo al serale le avevo già un anno fa e voi le avete ascoltate". Il direttore marketing alle parole di Irama ha sostenuto che prima non era la persona che è adesso. Il talento c'è sempre stato, secondo lei, ma prima teneva dentro delle cose per cui non era il ragazzo tranquillo e sereno di adesso.

A quel punto, però, Irama ha iniziato a scaldarsi: "Io sono sempre stato educato, non ero diverso, ti parlo nello stesso modo con cui ti ho parlato tempo fa. Mi prendevano in giro. Sara, io con voi non ho potuto fare musica. Non accetti la verità. Voi tirate su una rete con dei pesci, capite quale pesce va di più e ci investite dei soldi. La verità è questa".

Sara Andreani si è opposta a questo tipo di ragionamento, ma Irama ha continuato imperterrito ad elencare le sue ragioni: "Mi è stato detto 'se fallisci, non è un problema mio', testuali parole Sara. Io ne ho pianto tanto. Io faccio musica, non per altri, non per soldi, lo faccio perché ci tengo e voglio mandare un messaggio. Voglio fare cose sentite e vere".

Il confronto è continuato per un po', tanto da portare Irama alle lacrime. Cosa succederà ora? Irama riuscirà a chiarire la situazione con la Warner o avrà la possibilità di avere un contratto con altre case discografiche [VIDEO]?