Marhaba, ovvero benvenuti nel Bahrain: un piccolo regno, un'isola, un luogo di antiche origini, un modernissimo centro d'affari cosmopolita situato nel Golfo Persico, il Paese dei tramonti. Il termine Bahrain significa "due mari", indicando le due risorse d'acqua disponibili, cioè l'acqua dolce delle sorgenti e quella salata del mare.

Il Regno del Bahrain è attualmente un fermento di lavori in corso, un crogiuolo di novità. Il litorale della capitale Manama si sta a poco a poco trasformando con grattaceli dalle forme mirabolanti che svettano al di sopra della città nuova e di quella vecchia ma anche su isole artificiali.

In Bahrain si parla l'arabo e l'inglese e la moneta corrente è il Dinaro BHD (1 dinaro vale circa 1,9 euro). Ovviamente è un Paese mussulmano, ma non vi sono restrizioni particolari e gli occidentali possono vestirsi tranquillamente come gli aggrada.

Vita di spiaggia e vita notturna…

Non pensiate di arrivare in Bahrain e trovare lunghe passeggiate lungomare accanto a spiagge libere dove poter andare a fare il bagno. Nulla di tutto questo. Per potersi godere spiaggia e mare bisogna fare riferimento ad un hotel o a un resort. A questo punto sarete liberi di mettervi in costume da bagno (anche in bikini, non in topless). Particolarmente bella ed elegante è la piccola baia privata dell'hotel Ritz-Carlton, che offre anche una piscina coperta, una scoperta, idromassaggio, talassoterapia e terme romane.

I migliori video del giorno

Per visitare il Bahrain non c'è bisogno di un gruppo organizzato: il turismo "fai da te" è piuttosto facile se si parla un po' d'inglese. La città è molto sicura e anche la sera si può uscire tranquillamente a piedi. Anzi, la vita notturna è piuttosto vivace. Spesso quando si entra in un locale pubblico ci si ritrova in un pub inglese: piuttosto insolito e disorientante. É il caso dello Sherlock Holmes (presso Gulf Hotel), ma bisogna pensare che nel Bahrain vive un'alta percentuale di stranieri, in particolare di anglosassoni. Il bar Upstairs Downstairs è un locale raffinato dove poter cenare o semplicemente bere qualcosa sulle note di musica jazz, al Monsoon si mangia cucina tailandese, vietnamita e giapponese all'interno di una bellissima pagoda, oppure il ristorante internazionale Mezzaluna affascina per la raffinatezza e la magia della sua architettura araba, una antica casa baharini restaurata.

… oppure vacanza culturale

L'isola del Bahrain presenta anche numerosi luoghi di interesse culturale. Segnaliamo gli affascinanti fortilizi costruiti dai portoghesi, entrambi situati a pochi chilometri da Manama; il più grande è Bahrain Fort, eretto nel XVI secolo, mentre Arad Fort, ubicato sull'isola di Muharraq, è del XVII secolo.

A Muharraq (che è collegata all'isola principale da due ponti) non bisogna perdere anche due antiche case tradizionali, restaurate e visitabili pagando un piccolo biglietto d'ingresso: sono la Shaikh Isa Bin Ali House e la Siyadi House. Entrambe case da sogno, ricchissime; la prima fu costruita nel XVIII secolo e presenta una particolarità: la torre del vento, che cattura il vento e lo convoglia nella stanza sottostante per rinfrescarla. La seconda risale al 1905 e fu fatta costruire da un mercante di perle.

Nella piccola isola del Bahrain vi sono molti altri luoghi di interesse turistico: il parco zoologico Al-Areen Wildlife Park, il Souk di Manama e tanto altro ancora, per la gioia di chi va alla scoperta di questo affascinante Stato mediorientale.