L'avventura di #Stefano Pioli sulla panchina dell'#Inter sembra destinata a volgere al termine al fine di questa stagione. L'ex tecnico della Lazio, dopo aver fatto molto bene da dicembre a metà marzo, non è riuscito a dare ulteriore continuità di risultati, conseguendo due punti nelle ultime quattro partite, dicendo prima addio alla corsa alla Champions League con il pareggio con il Torino e la sconfitta interna con la Sampdoria e compromettendo la corsa all'Europa League con la sconfitta contro il Crotone ed il pareggio nel derby contro il Milan di domenica. L'Inter, infatti, ora è settima in classifica,a due punti proprio dai cugini rossoneri, ma le prossime due partite non sono delle più semplici visto che sabato si andrà allo stadio Franchi di Firenze per affrontare una Fiorentina in piena crisi dopo la brutta sconfitta interna contro l'Empoli, e con la sfida contro il Napoli che aspetta i nerazzurri domenica 30, con i partenopei che sono in piena corsa per il secondo posto.

Pubblicità
Pubblicità

Il destino di Pioli sembra segnato visti i pessimi risultati ed il malumore che comincia a serpeggiare nell'ambiente, in particolar modo per il pareggio nel derby e per come è arrivato. L'Inter, infatti, dopo 45' era in vantaggio per 2-0 e nella ripresa ha praticamente staccato la spina ma a far discutere, in particolar modo, sono stati i cambi di Pioli, che all' 80', sul 2-0 ancora, ha deciso di cambiare modulo passando alla difesa a cinque inserendo Jeison Murillo al posto di Joao Mario, il migliore in campo fino a quel momento, e inserendo Jonathan Biabiany all' 87' al posto di Antonio Candreva, con il francese al debutto stagionale in campionato, preferito a Gabigol, e questo è uno dei principali d'accusa nei confronti del tecnico nerazzurro.

Chi sostituirà Pioli

Ma chi sostituirà Stefano Pioli? Suning ha intenzione di puntare su un top europeo e i nomi in lizza sono due: Antonio Conte e Diego Pablo #Simeone.

Pubblicità

Il tecnico argentino sembra leggermente avanti nonostante l'operazione presenti comunque molte difficoltà, a partire dalla clausola rescissoria che lega il Cholo all'Atletico Madrid di 25/30 milioni di euro. Il vice presidente dell'Inter, Javier Zanetti, inoltre si sussurra abbia incontrato il tecnico argentino più di una volta in questa stagione. Il tecnico del Chelsea, invece, alla fine dovrebbe decidere di restare a Londra nonostante le voci degli ultimi mesi, soprattutto alla luce del fatto che la famiglia si è convinta a raggiungerlo nella capitale inglese.