Pubblicità
Pubblicità

È terminata nel peggiore dei modi la festa alla quale la 19enne Kenneka Jenkins aveva partecipato presso il prestigioso Crowne Plaza Hotel, a Rosemont, un sobborgo di Chicago. La ragazza aveva voluto festeggiare, venerdì scorso, il suo nuovo lavoro in una casa di cura insieme a parenti e amici, ma qualcosa è andato per il verso sbagliato. Lo staff dell'albergo, domenica mattina, ha scoperto il cadavere della 19enne in un freezer.

Le autorità hanno già disposto l'esame autoptico per stabilire la causa del decesso della giovane, ma al momento l'esito non è stato ancora comunicato. Di conseguenza, allo stato attuale non si esclude alcuna ipotesi.

Pubblicità

Gli investigatori, però, ritengono molto probabile che si sia trattato di un tragico incidente. Forse Kenneka era talmente ubriaca da credere che quel congelatore fosse un ascensore, entrandovi dentro.

Kenneka avrebbe bevuto molto alcool

Tante persone presenti alla festa organizzata al Crowne Plaza Hotel di Chicago hanno raccontato di aver visto la 19enne bere molto alcool. Gli amici della Jenkins avevano segnalato la scomparsa della 19enne sabato mattina, verso le 4. Nessuno sapeva dove fosse finita Kenneke; poi, domenica mattina, il tragico ritrovamento nel freezer. La ragazza è morta letteralmente di freddo.

La madre della vittima, Teresa Martin, ha riferito che anche la polizia crede che sua figlia fosse così ubriaca da non riuscire a distinguere un ascensore da un congelatore. Ci sono ancora molti punti da chiarire in questa storia.

Pubblicità

L'unica cosa certa è che la 19enne è entrata in un freezer e, non riuscendo più ad uscire, è morta di freddo.

Il cordoglio dello staff dell'hotel

La signora Martin non riesce a darsi pace, e non riesce a spiegarsi il motivo per cui è accaduta una simile #tragedia: "Sono scioccata, è qualcosa che nessuno poteva mai immaginare". La donna non esclude che sua figlia possa essere rimasta vittima di un gioco pericoloso. Ai microfoni di WGN-TV, la signora Martin ha detto che probabilmente qualcuno, nell'albergo, potrebbe aver ucciso la figlia.

Teresa Martin, infatti, ritiene che la ragazza non possa essere morta per una tragica fatalità perché, ammesso che fosse stata ubriaca, si sarebbe messa ad urlare nel freezer e qualcuno, prima o poi, l'avrebbe sentita e salvata.

Il congelatore che ha stroncato la giovane di Chicago si trova in una zona dell'hotel dove sono in corso dei lavori per la realizzazione di un nuovo ristorante. Lo staff del Crowne Plaza Hotel ha diffuso un comunicato in cui sottolinea la sua tristezza per la tragedia, aggiungendo che adesso tutti i suoi pensieri sono per la povera Kenneka e per la sua famiglia. #Esteri #USA