La #luna dell'Opulenza è la quarta lunazione dell'anno. Inizia nel mese di giugno, per proseguire nel mese di luglio, seguendo o abbracciando il Solstizio d'estate. È un momento di grande pienezza, la prima lunazione dell'estate, ma anche la lunazione che ci condurrà verso il periodo oscuro dell'anno. Deve questo nome all'incontrastata bellezza dei paesaggi estivi.

L'apice nella notte del 9 luglio

Quest'anno, la luna dell'Opulenza raggiungerà il suo apice nella notte del 9 luglio, tingendo il cielo estivo di oro e argento. Questa lunazione è conosciuta anche come Luna delle Erbe, lunazione del fieno, Luna benedicente, luna delle Fate, luna delle lucciole, luna rossa delle Bacche, Luna d'estate, Luna rossa delle ciliegie selvatiche.

Pubblicità
Pubblicità

Come mai cosi tanti nomi, vi chiederete? In passato l'uomo era profondamente legato ai ritmi della natura, da cui dipendeva la sua stessa sopravvivenza. Osservando il mondo e fluendo in armonia con il Tutto, aveva imparato a conoscere le diverse energie che ogni lunazione porta con sé, attribuendo ad ognuna di esse un diverso nome. Vediamo da dove derivano i principali nomi.

Luna dell'Opulenza

Chi vive a contatto con la natura, comprenderà molto bene il perché di questo nome. Il regno vegetale è al massimo del suo splendore, un vero tripudio di colori, profumi, bellezza. Tutto intorno a noi è un'esplosione di gioia ed energia vitale, il cielo è azzurro, il mare cristallino, l'aria calda, le notti lunghe e piene di poesia. Questa è la luna delle lucciole, perché questi magnifici animali risplendono nelle notti estive.

Pubblicità

Nei prati le erbe sono al massimo del potenziale, pronte per essere colte. In passato la Luna delle Erbe era il periodo dell'anno in cui guaritrici, erboriste, levatrici, si preparavano a raccogliere le piante con cui avrebbero curato la comunità nei mesi successivi.

Luna del fieno e Luna Benedicente

Questa lunazione è anche conosciuta come luna del fieno, ricordandoci che Madre Terra, gravida di frutti, sta maturando nelle oscurità del suo ventre il raccolto centrale che sarà partorito in agosto. Nata sotto il segno del Cancro, rispecchia in pieno l'energia ricettiva ed accogliente che caratterizza questo segno, ma anche la maternità. In quanto Luna Benedicente, ci invita a raccogliere i frutti del nostro personale lavoro spirituale. Per questa ragione, in questo periodo, è importante lasciare spazio all'interiorità, aprirsi alle visioni. Dopo il solstizio d'estate, inizia la parte oscura dell'anno, quella in cui dovremmo affrontare gli aspetti più nascosti di noi stessi. Approfittiamo di questa luna per riposare e godere di ciò che abbiamo fatto fino ad adesso. In quanto Luna delle Fate, ci suggerisce che il velo fra i mondi è particolarmente sottile e che se non stiamo attenti, rischiamo di perderci nella Terra di Mezzo, dove vive il piccolo popolo. #Curiosità