Quello con le #mestruazioni è per ogni donna, in periodo fertile, un appuntamento fisso, che può talvolta trasformarsi in un vero e proprio incubo. Il ciclo mestruale è un normale processo fisiologico necessario per la produzione degli ovociti e per la preparazione dell'utero ad un'eventuale gravidanza. Mensilmente, ogni 28 giorni circa, se l'impianto embrionale non si è verificato, il corpo luteo si evolve, provocando una brusca caduta dei livelli, sia di progesterone che di estrogeni. La diminuzione degli ormoni provoca delle contrazioni per l'espulsione del vecchio rivestimento dell'utero (endometrio) che si rinnova. Questa condizione è spesso dolorosa, talvolta invalidante (#dismenorrea), e sfocia con l'arrivo delle mestruazioni.

Pubblicità
Pubblicità

I 5 rimedi più efficaci per ridurre il dolore mestruale

Di seguito vedremo com'è possibile ridurre la sintomatologia dolorosa legata al ciclo mestruale, in maniera del tutto naturale e talvolta definitiva:

  • Olio di pesce e vitamina B12: questi nutrienti sono noti per gli ampi benefici che apportano alla salute in generale. Uno studio danese del 2006 condotto dalla Research Center on Aging at Tuft University ha dimostrato l'efficacia nel contrastare i dolori mestruali di queste due sostanze somministrate in combinazione. L'olio di pesce è ricco di acidi grassi omega-3. [VIDEO]Gli omega 3 oltre che nei pesci grassi (salmone, sgombro, tonno) li possiamo ritrovare nelle noci, semi di lino e frutta secca in genere. La vitamina A (cobalamina) è presente in uova, carne, prodotti latteo-caseari ed alimenti vegetariani "fortificati" quali cereali da colazione e latti vegetali;
  • Più verdure, meno grassi: un'alimentazione ricca di grassi, carboidrati e sale incide molto negativamente sullo stato infiammatorio generale dell'organismo. In particolare, sostanze quali caffeina e sodio possiedono proprietà vasocostrittrici che agendo sulla circolazione sanguigna addominale, amplificano la sintomatologia dolorosa legata al ciclo mestruale. E' buona norma dunque arricchire la propria dieta di frutta e verdura ed idratarci con acqua minerale, per contrastare tali effetti, nonché la ritenzione idrica ed il dolore associato al gonfiore;
  • Magnesio: questo minerale regola la funzione di nervi e muscoli, anch'essi coinvolti nella sintomatologia dolorosa del ciclo mestruale. Inoltre aiuta a contrastare la ritenzione idrica e i sintomi che si accompagnano alla così detta "sindrome premestruale". Le migliori fonti alimentari di magnesio sono: verdure a foglia verde, semi di zucca, banane, avocado, cioccolato fondente;
  • Rimedi della nonna: tra i più antichi ed efficaci rimedi abbiamo la classica borsa dell'acqua calda da apporre sull'addome o un bel bagno caldo. Una ricerca dell'Università di Londra ha svelato che seppur momentaneamente, tali rimedi riescono in effetti a ridurre il dolore mestruale in quanto il calore è in grado di innescare i recettori del calore, inibendo così l'invio dei messaggi chimici che causano il dolore;
  • Esercizio fisico: svolgere una regolare attività fisica, oltre che aiutarci a mantenerci forti, energici e vitali, riduce la necessità di dover ricorrere a farmaci antidolorifici durante il periodo mestruale. Ciò è quanto è emerso da una ricerca iraniana del 2006, apparsa sulla rivista "Journal of research in health scienze" che riportava i dati di ragazze delle scuole superiori che abitualmente svolgevano esercizio fisico. Durante le mestruazioni è bene comunque allenarsi in maniera "dolce" preferendo delle passeggiate o lo yoga.

Raccomandazioni finali

Questi consigli potranno certamente risultare utili nel lenire i normali sintomi dolorosi legati al ciclo mestruale (dismenorrea primaria).

Pubblicità

Prima di decidere l'assunzione di integratori alimentari, i quali, è bene sottolineare non sostituiscono una sana e #Corretta alimentazione, sarebbe opportuno consultare il proprio medico curante. Dismenorrea (dismenorrea secondaria) e sindrome premestruale sono condizioni che possono celare disordini ormonali o patologie dell'apparato riproduttivo, quali endometriosi, infiammazioni uterine o cisti ovariche. Pertanto le cause di cicli mestruali particolarmente dolorosi andrebbero sempre indagate.