Pubblicità
Pubblicità

Oggi 12 settembre, alla vigilia del nuovo incontro tra sindacati e governo, sono attese le nuove dichiarazioni sulle #Pensioni da Elsa Fornero, ospite della prima puntata di DiMartedì nella serata odierna. L'ex ministro del Lavoro già in passato ha regalato importanti affermazioni all'interno del programma condotto dal giornalista Giovanni Floris. Interessante, a questo proposito, anche la presenza di Matteo Salvini. La Lega Nord da tempo propone come soluzione per la riforma pensioni la quota 100, oppure in alternativa il ddl 857 di Cesare Damiano che include anche la quota 41 per i lavoratori precoci.

Salvini: 'Cancelleremo la riforma Fornero'

Si prevedono scintille nella prima serata di DiMartedì.

Pubblicità

Matteo Salvini ed Elsa Fornero insieme, con l'aggiunta di Mario Monti. Di recente il segretario nazionale della Lega Nord ha rilanciato uno dei cavalli di battaglia del Carroccio, l'abolizione della riforma pensioni della Fornero. Sarà interessante vedere quali saranno le dichiarazioni di stasera del numero uno della Lega di fronte all'ex premier e l'ex ministro del Lavoro dell'attuale riforma previdenziale.

Da poco è tornata a parlare anche Elsa Fornero, nel corso di un'intervista rilasciata a Radio anch'io. Durante la trasmissione radiofonica sono intervenuti anche Annamaria Furlan e Cesare Damiano. L'attuale presidente della commissione Lavoro alla Camera ha parlato anche del protocollo Opzione Donna [VIDEO]. A questo proposito ricordiamo la nuova proposta per le pensioni delle donne del sindacato Uil, che prevede l'abbassamento di 12 mesi della soglia della pensione di vecchiaia rispetto agli uomini e 4 mesi di bonus contributivo per ciascun figlio fino ad un massimo di 2 anni (6 figli ndr).

Pubblicità

L'ultima manifestazione dei precoci

Alcuni rappresentati del gruppo "41 per tutti Lavoratori Uniti" sono stati a Torino per presenziare al MoviFest del capoluogo piemontese a cui hanno partecipato Luigi Di Maio ed il giornalista Marco Travaglio. Diversi partecipanti sono riusciti ad ottenere una chiacchierata con entrambi i protagonisti dell'evento. Dalle foto pubblicate sul pagina ufficiale Facebook del gruppo viene mostrata anche un'intervista audio-video con i colleghi dell'Ansa. Una visibilità importante per i precoci, che continuano a chiedere all'esecutivo la quota 41 per tutti.

L'attuale provvedimento quota 41, il cui via libera è stato dato insieme all'Ape sociale [VIDEO] in estate, è limitato a poche categorie di lavoratori. Da qui la protesta dei precoci, che torneranno a scendere in piazza nel mese di settembre prendendo parte a diverse manifestazione. Una di queste dovrebbe tenersi il prossimo 20 settembre, tra poco più di una settimana. L'argomento centrale sarà appunto la riforma Fornero, con i lavoratori che chiederanno la sua abolizione. Domani intanto è previsto il nuovo confronto tra le sigle sindacali e i rappresentati dell'esecutivo, dopo i due incontri che si sono tenuti la settimana precedente. #pensioni anticipate