Chi sono i candidati alle elezioni regionali in Piemonte? Nel campo del centrosinistra le cose sono ormai definite: sarà l'ex sindaco di Torino Sergio Chiamparino a cercare di ripetere i successi elettorali ottenuti da candidato primo cittadino del capoluogo piemontese (la sua seconda elezioni venne salutata con un 66% di voti) e a guidare quindi Pd e alleati alla riconquista di una regione che, secondo i giudici che hanno invalidato l'elezione del 2011, è stata vinta in modo illegittimo da Roberto Cota della Lega Nord.

Sergio Chiamparino ha presentato anche la lista civica che farà da appoggio alla sua candidatura, "Chiamparino per il Piemonte", mentre nel campo del centrodestra la situazione dei possibili candidati alle regionali in Piemonte è ancora abbastanza confusa: in pole position rimane però la candidatura di Guido Crosetto di Fratelli d'Italia.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo un sondaggio Swg è l'unico in grado di tenere testa a Chiamparino. Fratelli d'Italia e Ncd spingono per fare delle primarie che potrebbero ulteriormente rafforzare la candidatura di Crosetto.

Ma quando e come si vota alle regionali di Piemonte per il 2014? La data per il voto è stata fissata al 25 maggio, quindi in contemporanea con le elezioni europee 2014. Le modalità di voto sono invece quelle solite delle regionali: si può votare per il candidato governatore facendo un segno sul nome, che è così valido per l'elezione del candidato, anche se il voto non va a nessun partito. Oppure si può votare per un partito, senza indicare un candidato,così facendo il voto al candidato collegato a quella lista.

In queste elezioni regionali di Piemonte, come in tutte le altre, si possono esprimere le preferenze per i candidati consiglieri scrivendone il cognome.

Pubblicità

Si può infine scegliere il voto disgiunto e votare così un candidato presidente da una parte, e un partito che sostiene un altro candidato dall'altra. #Elezioni politiche